martedì , Aprile 13 2021

Imprenditore regala mascherine chirurgiche e guanti monouso all’Asp di Enna e al Comune di Aidone

Aidone. Atto di generosità e solidarietà di un imprenditore aidonese che, in questo grave momento di emergenza sanitaria e di difficoltà nazionale dettato dal Covid-19 ha voluto fare una donazione importante. Un grande cuore, quello di Giacomo Ciraso, titolare della ditta MC Dental Srl, che si occupa di vendita all’ingrosso di attrezzature e forniture nel settore odontoiatrico in Sicilia e in Italia, il quale non ha esitato a regalare mascherine chirurgiche e guanti monouso all’Asp di Enna e al Comune di Aidone.

In questo particolare momento in cui è impossibile trovare questo materiale, soprattutto mascherine, Ciraso avrebbe potuto venderli, anche sottobanco, speculandoci pure. Invece, sollecitato dalla moglie Sarina Pastore, ha deciso di fare un gesto che va nel senso dell’indiscutibile altruismo. “Avevo delle rimanenze in magazzino: mascherine chirurgiche a tre strati, quelle che durano alcune ore ma che poi vanno cambiate, e pacchi di guanti monouso – ha detto Ciraso- e anziché venderli ai clienti o distribuirli in famiglia e/o a parenti, mi sono confrontato con mia moglie, e ci è sembrato legittimo, in questo particolare situazione, donarli a quanti in questo momento ne hanno più bisogno, a coloro cioè che stanno rischiando quotidianamente la loro vita per salvare altre vite umane, anche le nostre”. Ciraso si è quindi raccordato con il sindaco di Aidone Nuccio Chiarenza e 30 pacchi di mascherine oltre a pacchi di guanti monouso sono stati consegnati al Coc (Centro operativo comunale). Un’altra parte di mascherine, 40 pacchi, sono andate all’Asp di Enna. “Un passaggio quest’ultimo – prosegue Ciraso- reso possibile grazie all’amico Roberto Trovato che si è messo in contattato con il direttore generale dell’Asp di Enna Francesco Iudica, il quale naturalmente ha accolto senza esitazione la mia idea”. Ciraso ha voluto così testimoniare la sua vicinanza, il suo appoggio alla provincia di Enna con la richiesta che, una parte delle mascherine donate all’Asp, vadano, nei limiti del possibile, al P.O. “M. Chiello” di Piazza Armerina, cioè il presidio più vicino al territorio di Aidone. Un pacco di mascherine, inoltre, Ciraso le ha personalmente consegnate al 118 di Piazza Armerina nella persona di Lorenzo Calcagno e un altro al Centro Trasfusionale di Piazza Armerina nella persona di Giuseppe Calcagno Spataro. “Ho consapevolezza – ha aggiunto Ciraso- e sento preoccupazione per il delicato momento che stiamo vivendo. Ognuno di noi deve fare la propria parte per poter uscire da questo incubo sperando in tempi migliori”. Tante le testimonianze di affetto e di stima per il nobile gesto, giunte in queste ore alla famiglia Ciraso. Lo stesso Iudica, per il tramite di Roberto Trovato, avrebbe espresso il desiderio, appena la situazione torna alla normalità, di incontrare Ciraso. La generosità dei coniugi Ciraso è risaputa nella cittadina aidonese. Otto anni fa hanno adottato quattro splendidi (ora) giovanotti peruviani: Francisco 17 anni, Cristian 15, Esteise 13 e Juan 12. Per tale motivo, ricevettero l’annuale Premio della Bontà attribuito dalla Caritas cittadina.

Angela Rita Palermo