mercoledì , Aprile 14 2021

Enna. Segretario Pd invita Sindaci e cittadini a maggiore attenzione sullo smaltimento dei rifiuti

Enna. Il Segretario Provinciale PD, Vittorio Di Gangi, lancia un appello a Sindaci e cittadini ad una maggiore attenzione sullo smaltimento dei rifiuti:
“Al tempo del Coronavirus, anche i rifiuti urbani risultano essere coinvolti nella loro raccolta, trasporto e smaltimento.In questo periodo, infatti, bisogna fare i conti anche con altre nuove tipologie di rifiuti.Il Ministero della Salute, a tal proposito, ha diffuso le indicazioni date dall’Istituto Superiore di Sanità con il parere del 12 marzo 2020 sulla gestione dei rifiuti prodotti nelle abitazioni dove sono presenti soggetti risultati positivi al Coronavirus, in isolamento o posti in quarantena obbligatoria. Per salvaguardare la salute degli operatori dell’igiene ambientale l’I.S.S. ha paragonato questi rifiuti urbani a quelli ospedalieri, ma comprendendo le difficoltà in cui attualmente si vengono a trovare le Aziende Sanitarie Provinciali nello smaltimento di questi rifiuti, si è preoccupato di dare dei consigli ai soggetti gestori del servizio nei rispettivi comuni.
Ecco di seguito i consigli indicati nell’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana del 27/03/2020: • E sospesa la raccolta differenziata dei rifiuti dell’utenza interessata, ove in essere;
• Tutti i rifiuti domestici dell’utenza interessata, indipendentemente dalla loro natura e compresi
fazzoletti, rotoli di carta, teli monouso, mascherine e guanti, sono considerati rifiuti indifferenziati
e pertanto raccolti e conferiti insieme;
• Tutti i rifiuti dovranno essere richiusi con almeno due sacchetti uno dentro l’altro (o in numero maggiore in dipendenza della loro resistenza meccanica) possibilmente utilizzando un contenitore a pedale;
• I sacchi devono essere chiusi adeguatamente utilizzando guanti monouso; devono essere mantenuti integri e pertanto non devono essere schiacciati o compressi; si deve evitare l’accesso di animali da compagnia ai locali dove sono presenti i sacchetti di rifiuti;
• Questo rifiuto deve essere gestito separatamente dagli altri con le procedure operative di dettaglio che ciascun comune adotterà in funzione della specificità del proprio territorio e della propria organizzazione minimizzando i rischi di contaminazione. L’I.S.S., inoltre dà dei consigli anche per le abitazioni dove non soggiornano né soggetti positivi né in quarantena: in queste abitazioni saranno mantenute le procedure di raccolta dei rifiuti in vigore non interrompendo la raccolta differenziata. Tuttavia, a scopo cautelativo, fazzoletti, rotoli di carta, mascherine e guanti utilizzati dovranno essere smaltiti nei rifiuti indifferenziati. Inoltre dovranno essere utilizzati almeno due sacchetti uno dentro l’altro o in numero maggiore in dipendenza della resistenza meccanica dei sacchetti. Si raccomanda di chiudere adeguatamente i sacchetti, utilizzando guanti monouso, senza schiacciarli con le mani utilizzando legacci o il nastro adesivo e di smaltirli come da procedure gia in vigore (esporli fuori dalla propria abitazione negli apposti contenitori, o gettarli negli appositi cassonetti condominiali o di strada).
Per tutelare la salute di tutti gli operatori dell’igiene ambientale, invitiamo i Sindaci, qualora non l’avessero ancora fatto, a far rispettare ai gestori del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti quanto suggerito dall’I.S.S. e ordinato dal Presidente della Regione Siciliana, così come invitiamo tutti i cittadini ad attenersi alle indicazioni date dalle autorità sanitarie”.