domenica , Maggio 9 2021

Enna. Intersindacale chiede a Direttore ASP registro tamponi covid e progetto di rilevanza aree

Le OO.SS. Provinciali di Enna Fp Cgil, Cisl Fp, Fials Confsal, Nursing Up, Nursind, chiedono alla Direttore Generale dell’ASP, con urgenza, che alla luce dei recenti dati epidemiologici, avendo contezza della percentuale di personale medico e sanitario risultato positivo al Covid-19, in ossequio ai recenti decreti di tutela della salute pubblica di cui al D.l. Del 2 aprile l’avvio del tavolo in video conferenza come da protocollo nazionale, con la presenza delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, gli r.l.s e la direzione strategica e sanitaria aziendale, per discutere e celermente approvare le seguenti proposte:
– monitoraggio e sistema di verifica dei tamponi, con indicazione del numero di tamponi effettuati, del numero di personale SSR sottoposto a tampone (giusto Dprs del19.marzo), dei tempi di risultato e relativo protocollo di messa in sicurezza dell’operatore positivo. Al riguardo di produrre e aggiornare apposito registro tamponi da rendere accessibile sul sito web aziendale, avendo cautela di non inserire dati sensibili o tutelati dalla privacy, recante le modalità di verifica, il personale sottoposto, i tempi di risultato e la eventuale sostituzione;
– di utilizzare il 5% del fondo della produttività collettiva del personale di comparto per specifico progetto covid , al fine di potere incentivare il reclutamento di personale da impiegare nelle aree covid e compensare tramite perfomance individuale l’attività effettivamente resa da ogni singola qualifica investita da parametrare in modo progressivo al rischio (es. incremento del 10% del tabellare al netto di oneri aggiuntivi per aree covid verde, 20% aree covid gialle e 30% aree covid rosse), per tutta la durata della emergenza covid. comprendendo ogni figura e ruolo ( infermieri, oss , tsrm, amministrativi ecc) per effettivo turno e incrementate per esposizione al rischio
3.Di estendere la indennità di rischio infettivo a tutto il personale esposto al rischio infettivo Sanitari Tecnici ed Amministrativi;
Tanto si rende necessario e urgente, non solo per dare tutela e prevenzione agli operatori esposti ma per gratificare chi, in pieno spirito della Perfomance individuale, con abnegazione e sacrificio si sta prodigando in turni estenuanti, esponendosi consapevolmente al rischio di infezione ed anche quale strumento incentivante al reclutamento volontario di forza lavoro da impiegare alla lotta covid, concludono i segretari FP Cgil – Domenico La Spina, Cisl Fp – Giovanni Luca Vancheri, Fials Confsal – Salvatore Mancuso Prizzitano, Nursing Up – Antonio Scardilli, Nursind – Milko Pavone.