martedì , Maggio 11 2021

Lo sport dilettantistico a rischio crollo se non supportato

Tempi difficili per lo sport dilettantistico che rischia di vedere migliaia di società sportive scomparire per la mancanza di supporto finanziario e la gravità di questo momento è peggiore per quanto riguarda le società siciliano. L’appello lanciato da Nello Russo, presidente dello “Sport Al Vertice” dice chiaramente che la Regione deve guardare con grande attenzione questo problema e soprattutto cercare di risolverlo in tempi brevi per evitare che succede il crac totale in un ambiente che guarda con sufficienza ad un mondo fatto per la maggior parte di dilettanti supportato da piccoli sponsor, ma ora è necessario che venga supportato da sostegni concreti per evitare che migliaia di giovani bloccano la loro attività sportiva per mancanza di supporti finanziari. Il Consiglio Federale della Pallamano ha deciso di bloccare tutte le attività, non ci saranno promozioni e retrocessioni ma in compenso le tre prime dei tre gironi di serie A2 maschile verranno promossi in A1 e tra queste c’è l’Albatro di Peppe Vinci. Per la Serie B, dove si trova la Orlando Pallamano Haenna, non ci saranno promozione, ma c’è la possibilità di chiedere il reintegro in A2 e la società gialloverde farà la sua richiesta per essere ammessa al campionato di serie A2. I campionati giovanili sono tutti sospesi e la formazione under 17 della Orlando Haenna ha perso l’opportunità di disputare la fase nazionale. Luca Giummulè, allenatore della Orlando Haenna, coadiuvato dai vice Mario Filiciotto e Andrea Bongiovanni e sul piano organizzativo dal vice presidente, Luigi Savoca e dal direttore sportivo, Enzo Arena, stanno tenendo tutti i giocatori in piena efficienza con allenamenti individuali e continui in modo da essere pronti nel caso in cui a maggio la situazione coronavirus possa spegnersi, anche se appare difficile. La Orlando Haenna vuole essere sempre pronta a riprendere l’attività a tutti i livelli.