lunedì , Gennaio 18 2021

Calcio dilettantistico e salvezza dell’Enna Calcio

Ancora nessuna decisione è stata presa sul futuro del calcio dilettantistico per cui ci sono centinaia di società calcistiche che aspettano di conoscere quale sarà il loro futuro, oltre a pensare come trovare i soldi per continuare la loro attività. Probabile che il vertice del calcio nazionale decida di bloccare tutto e confermare le varie classifiche con promozioni e retrocessioni già consolidate. Per quanto riguarda l’Eccellenza girone B l’Enna Calcio con i suoi 16 punti, frutto di 4 vittorie, 4 pareggi e 14 sconfitte, 22 gol realizzate, miglior realizzatore Caputa con 12 gol, 39 le reti subite, si trova in zona play-out , solo che i play-out non si disputeranno e la sua dodicesima posizione dovrebbe consentirle di guadagnare la salvezza assieme al Pedara che sta sopra in vantaggio di un punto. Di giornate se ne dovrebbero giocare circa sette, ma sarà difficile che il campionato riprenda il suo cammino visto che tutte le società hanno lasciato liberi i giocatori di rientrare nelle loro sedi. Nell’Enna sono rimasti soltanto i tre giocatori argentini ed i locali, ma non c’è stata possibilità di allenarsi. I tre argentini Pignatta, Grasso e Abdala non hanno avuto la possibilità di partire per l’Argentina per cui sono rimasti ad Enna e aspettano di trovare la possibilità di trovare un volo che li porti in patria. La salvezza guadagnata a tavolino per l’Enna è sicuramente molto positiva e premia l’impegno profuso dalla dirigenza che non ha mollato mai e si è sempre impegnata a disputare il campionato senza difficoltà anche se i risultati non sono stati eccellenti. La scelta della dirigenza di affidare la guida tecnica al locale Roberto Torregrossa sicuramente è stata intelligente e gli effetti positivi si sono visti perché la squadra ha trovato la sua identità tecnica e si incominciava a guardare la salvezza con maggiore consistenza. Riprendere l’attività risulta difficile per tutte le squadre per cui tutto rimane fermo e si incomincia a pensare al prossimo campionato sperando di ritrovare gli sponsor che avevano aiutato l’Enna in questo campionato, che è la partita più difficile da giocare ma i dirigenti gialloverdi sono combattivi e competenti, riusciranno a trovare le disponibilità per partecipare al prossimo campionato di Eccellenza con migliori possibilità.