martedì , Maggio 11 2021

Enna Calcio alla ricerca di un assetto tecnico-tattico

La presentazione sabato mattina al Gaeta del nuovo direttore tecnico Peppe Restuccia di fatto ha dato il via alla nuova stagione calcistica dell’Enna Calcio, che sicuramente vuole attrezzarsi per disputare un campionato di Eccellenza di buon livello, sicuramente migliore di quello dello scorso anno, puntando al miglioramento dei giovani locali. Intanto si è registrata una unità di intenti tra la dirigenza giallovede ed il neo direttore sportivo, sono già entrati in simbiosi e questo sta a significare che possono fare cose importanti. Peppe Restuccia si è detto onorato di essere stato scelto da una società gloriosa come l’Enna e cercherà con tutti i mezzi di poter dare delle risposte concrete alla società ma anche alla tifoseria gialloverde che è una delle migliori della Sicilia, sicuramente la più matura stando sempre vicino alla squadra, qualunque siano i risultati ottenuti. Peppe Restuccia già ha incominciato a muoversi ed il primo passo lo ha fatto con i giocatori locali, che sono stati interpellati per conoscere le loro intenzione e se vogliono rimanere nelle file dell’Enna visto che al 30 giugno sono svincolati. Ovviamente si è parlato anche del neo allenatore, che bisogna scegliere e deve essere in grado di gestire bene la squadra e dare un gioco valido. La scelta sembra cadere su Seby Catania, che sicuramente non ha bisogno di presentazione tenuto conto che è uno dei migliori in campo diletantistico e lo ha dimostrato con la Sancataldese ed anche con diverse squadre del ragusano ottenendo dei buoni risultati. La scelta dell’allenatore probabilmente avverrà nel corso della settimana la dirigenza ed anche il neo direttore sportivo vogliono fare presto e bene, in modo da iniziare a contattare quei giocatori che possono servire per disputare un campionato dignitoso e valido sotto tutti i punti di vista. C’è una dirigenza entusiasta, valida sul piano della programmazione, ma questa volta, sulle base delle esperienze maturate, si vuole varare una squadra che sia tra le migliori del campionato di Eccellenza e lo si può ottenere lavorando assieme e con un obiettivo ben preciso. Seby Catania, se sarà lui l’allenatore, ha tanta esperienza in materia deve solo riuscire con la collaborazione di Peppe Restuccia ad inserirsi nell’ambiente e poi cercare di dare alla squadra una sua identità tecnica, cosa che non è avvenuta lo scorso anno con Cosimano e Bruccoleri quando la squadra ha evidenziato dei limiti caratteriali e tecnici che poi hanno nociuto la rendimento della squadra nel corso del campionato, concluso in grande modestia e con il pericolo della retrocessione. C’è da valutare anche la presenza di Roberto Torregrossa, ultimo allenatore, e degli altri due collaboratori se Catania li vorrà o mano nel suo organico, ma di questo si parlerà quando si deciderà sulla scelta dell’allenatore. L’Enna, comunque , si presenterà con una veste nuova e decisa a fare un buon campionato.