lunedì , Gennaio 18 2021

Barrafranca: lettera aperta alla Comunità barrese dal Sindaco Fabio Accardi

Cari concittadini, ieri 15 luglio 2020, attraverso il mio legale l’avv. Sergio Bonincontro, ho prodotto agli inquirenti una memoria con tutta la documentazione in mio possesso per chiarire la mia totale estraneità ai fatti oggetto di indagine.
Ho ribadito, altresì, agli inquirenti la mia piena disponibilità ad essere sentito qualora ritenuto utile ai fini investigativi.
Riaffermo, di essere sereno, ho la serenità di chi è consapevole di avere agito nel rispetto della legge e nell’esclusivo interesse della comunità che mi onoro di rappresentare ed amministrare.
A questo proposito voglio ringraziare tutti coloro i quali, in questi giorni, mi hanno rinnovato gli attestati di stima e di solidarietà, e tra questi, in particolare, i dipendenti e i funzionari del nostro Ente i quali hanno, più di altri, potuto apprezzare e conoscere la mia integrità morale e la mia correttezza istituzionale.

La mia storia personale e politica sono la dimostrazione di quanto sia lontano e diverso rispetto alle logiche di potere e a quelle affaristiche-mafiose.

Non nascondo l’amarezza nel leggere le indiscrezioni di stampa che danno un’immagine distorta e lontana anni luce della mia persona e del nostro Ente, che da anni lottano per risanare un Comune dissestato economicamente e che cercano onestamente di dare risposte ai mille bisogni di una comunità fatta da tantissime persone perbene.

Quella dei rifiuti, per Me, è stata la battaglia politica-amministrativa più importante del mandato e ogni piccolo o grande successo l’ho reso pubblico alla città, comunicando direttamente al Consiglio Comunale e a tutta la comunità attraverso la stampa. Abbiamo ereditato discariche a cielo aperto con tonnellate di rifiuti abbandonati all’interno del centro abitato e in poco più di tre anni abbiamo consegnato il servizio ad una RTI che si è aggiudicata una gara europea celebrata dall’UREGA di Enna. Siamo passati dallo 0% di raccolta differenziata al 57% di raccolta differenziata del 2019. Infine, con tutti gli operatori che si sono susseguiti nel tempo, prima con affidamenti attraverso ordinanze e poi con regolare contratto d’appalto, ho mantenuto rapporti rigorosamente istituzionali, improntati alla massima cordialità ed educazione ma sempre nel massimo rispetto del ruolo che i cittadini mi hanno assegnato.

A quanti mi chiedono se sia il caso di fare un passo indietro rispondo che allo stato nei miei confronti non è stata formalizzata alcuna contestazione, essendo le indagini ancora in corso, e sono certo che la Magistratura e delle Forze dell’Ordine avranno modo, spero in tempi brevissimi, di accertare la mia totale estraneità ai fatti e la mia corretta azione amministrativa improntata sempre alla massima trasparenza e al rispetto della legalità in tutti i campi.

il Sindaco
Prof. Fabio Arnaldo Ettore Accardi