domenica , Novembre 28 2021

Inaugurata ed aperta la Sp 16 fra Piazza Armerina e Mirabella Imbaccari, progettazione e direzione dei lavori del Genio Civile di Enna

In data odierna, 31 agosto 2020, è stata ufficialmente aperta al transito veicolare la strada provinciale 16. L’ammodernamento dell’arteria che da Piazza Armerina conduce a Mirabella Imbaccari e viceversa, renderà più fruibile il transito oltre che a velocizzarlo, cosa buona e giusta per i molti lavoratori ed abitanti costretti nell’utilizzo del proprio mezzo e che aspettavano ormai da anni.

A sottolinearne l’importanza, la presenza dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, dell’onorevole Luisa Lantieri, dei sindaci di Piazza Armerina, Mirabella Imbaccari ed Aidone, del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Enna, Girolamo Di Fazio e dei tecnici del Genio Civile e della Protezione Civile. “Un risultato che premia il lavoro di squadra che ha visto impegnati la Regione, per il finanziamento dell’opera, il Libero Consorzio Comunale di Enna per la progettazione e il Genio civile per la realizzazione. “Migliorare i collegamenti è nell’agenda del Governo regionale” ha dichiarato l’assessore Falcone “ un impegno che vogliamo onorare e che portiamo avanti grazie anche alla collaborazione del territorio, era dal 2014 che si attendeva, ma pur avendo i finanziamenti non si potevano utilizzare per mancanza di progetti, presentati i progetti, è divenuto tutto realtà “. “ Un territorio, aggiunge Di Fazio, che ha tanta voglia di riscatto e soprattutto il desiderio di uscire dall’isolamento infrastrutturale. Nonostante le ben note difficoltà economiche posso affermare che il Libero Consorzio Comunale è in gioco, e che grazie alla collaborazione e all’impegno di tutti, sta portando a termine tante opere che attendevano da anni la realizzazione”. Soddisfatti i Sindaci, il primo a prendere la parola e presentarsi con la fascia, così come da protocollo per gli incontri istituzionali, quasi a volerne segnare il territorio, è stato il sindaco di Piazza Armerina. Lo stesso, ha voluto sottolineare il ruolo importante del governo… menomale che Nello c’è. Meno ricchi di ringraziamenti gli interventi degli altri sindaci, tutti con un unico auspicio “le infrastrutture importanti per lo sviluppo territoriale”. L’onorevole Lantieri, da sempre, ed in modo particolare, impegnata in prima persona, ormai da anni ad avviare una stretta e proficua collaborazione con il Governo regionale, e non solo, a favore del territorio, ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto. “Ringrazio l’Assessore Falcone che è stato celere in tutte le mie richieste ed è giusto che lo ringrazi com’è giusto ringraziare quanti si sono prodigati. Diverse sono state le mie richieste, anche antecedenti a questo governo, nel piano triennale dell’ex provincia sono state inserite altre strade, per Camemi, per Cerami, Regalbuto, la strada per Agira“. Insomma, l’impegno quanto dell’assessore Falcone tanto dell’onorevole Lantieri non si ferma alla Sp16, seppur l’iter si presenta lungo come per tutti i finanziamenti, questo programma pare essere come la “giustizia“, lenta ma arriva.

Anna Zagara


Riceviamo:
Ho letto con soddisfazione della apertura al transito della SP 16 Piazza Armerina – Mirabella lmbaccari. Per antica frequentazione di quell’Ufficio, ritengo opportuno precisare che la progettazione e direzione dei lavori dell’opera è stata effettuata interamente dal Genio Civile di Enna, che è stato dunque protagonista e non semplice esecutore, come sembra trasparire da alcuni servizi e articoli.
Sotto l’impulso del Direttore del Dipartimento Regionale Tecnico arch. Lizzio e dell’allora Ingegnere Capo dell’Ufficio, e grazie all’impegno personale dell’Assessore alle Infrastrutture e Trasporti, Marco Falcone, nel periodo aprile-maggio del 2019 sono stati progettati e approvati dal Genio Civile di Enna, ben quattro progetti di Lavori di Manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza, riqualificazione e rifunzionalizzazione di strade provinciali, rientranti nel Patto per il Sud, tutti appaltati e in fase di realizzazione, tra cui quella inaugurata oggi:
1. Direttrice Regalbuto – Catenanuova -A19 (Svincolo Catenanuova) costituita dalla SP 23/b – € 1.273.000,00
2. Direttrice Piazza Armerina – Mirabella lmbaccari – Provincia di Catania costituita dalle SP 16 e SP 65 – € 1.627.000,00
3. Direttrice Nicosia -Altesina – Enna – A 19 (Svincolo Enna) costituita dalle SP 19 e SP 94 – € 1.200.000,00
4. Direttrice Nissoria – Gagliano costituita dalle SP 85/a e SP 85/b – € 850.000,00
Nello stesso periodo sono stati approntati dall’Ufficio altri quattro progetti di manutenzione straordinaria di fiumi e torrenti ricadenti nella provincia di Enna, anch’essi finanziati dal nostro Assessorato e che dovrebbero essere anch’essi in fase di esecuzione:
1. Enna – Progetto di manutenzione straordinaria per la pulizia di un tratto del torrente Calderai in territorio di Enna al fine di ripristinare la sezione idraulica e garantire il libero deflusso delle acque. € 510.000,00
2. Enna – Progetto di manutenzione straordinaria per la pulizia e la mitigazione del rischio esondazione del torrente Torcicoda tra la via A. Moro e via E. Longi nel Comune di Enna. € 360.000,00
3. Assoro – Progetto di manutenzione straordinaria per la pulizia di un tratto del fiume Dittaino c.da Milocca Giardinello. € 300.000,00
4. Regalbuto e Centuripe – Progetto di manutenzione straordinaria per la pulizia di un tratto del fiume Salso. € 720.000,00
Sono stati inoltre predisposti 30 Servizi di Architettura e Ingegneria da affidare per il monitoraggio e ristrutturazione di tutti i ponti e le gallerie censiti lungo le strade provinciali per complessivi € 737.831,25 , senza tralasciare diversi interventi di somma urgenza, che hanno interessato diversi centri urbani, quali Enna, Centuripe, Leonforte, Regalbuto e aste fluviali del territorio provinciale.
L’orgoglio delle istituzioni (e del personale regionale, in questo caso) è un valore da difendere raccontando le cose fatte, a dispetto delle dicerie di inefficienza troppo spesso ripetute. E questo orgoglio prescinde dalle persone che quelle istituzioni rappresentano in quel momento.
Giuseppe Margiotta