martedì , Marzo 2 2021

Procura Repubblica Enna ha aperto due fascicoli su presunte irregolarità in concorsi pubblici dell’Asp e Comune. In arrivo Commissione antimafia

Enna – La procura della Repubblica di Enna ha aperto due fascicoli su presunte irregolarità in concorsi pubblici dell’ufficio legale dell’Asp e del Comune di Enna. Agenti della guardia di finanza avrebbero sequestrato documenti negli uffici comunali mentre i carabinieri avrebbero fatto visita agli uffici dell’Asp. A fare scattare l’inchiesta una denuncia del segretario provinciale del PD Vittorio Di Ganci e del sindaco di Troina Fabio Venezia alla quale si è aggiunta la denuncia di Anthony Barbagallo, segretario regionale del PD che aveva chiesto di fare luce sulla gestione dell’Asp di Enna.
ANSA

“Su presunte interferenze elettorali nella campagna per le amministrative di Enna e sui molti candidati che sarebbero direttamente riferibili all’azienda sanitaria locale sono arrivate alla nostra Commissione molte segnalazioni. Che stiamo inoltrando al Prefetto e al Procuratore della Repubblica di Enna per le loro opportune valutazioni”. Lo afferma il presidente della Commissione Antimafia dell’Ars, Claudio Fava. “Sarà nostra premura, appena concluse le consultazioni elettorali, calendarizzare nella prima data utile una missione istituzionale ad Enna, per incontrare (come abbiamo fatto con le altre prefetture siciliane) il Pefetto, il Procuratore e i rappresentanti delle forze dell’ordine”. Così il presidente della commissione regionale antimafia e anticorruzione dell’Ars Claudio Fava, che ha annunciato nei prossime giorni una visita al Procuratore di Enna.