martedì , Aprile 13 2021

Nissoria-Leonforte. Il Casale diventerà Glorioso

Mercoledì scorso è stato presentato a Palermo il progetto per la costruzione di un palasport e spettacolo da 2200 posti per un costo di tre milioni di euro, dal sindaco di Nissoria, Armando Glorioso, e dal vice Rosario Colianni. I fondi, regionali, consentiranno una valorizzazione delle contrade Picinosi e Cannolo che potrebbero svettare sulla contrada Pirito meglio esposta e più vicina al centro urbano leonfortese.
La struttura sorgerà nel Comune di Nissoria, sulla SS 121. Attualmente non esiste nessuna struttura di tale portata in tutto l’entroterra ennese e anche altrove si fatica a trovarne di eguali.
L’amministrazione comunale, da dieci anni retta dal Sindaco Glorioso, vuol chiudere la propria attività con 5 opere che apriranno a Nissoria la strada per il futuro e faranno del piccolo centro un esempio si sviluppo per tutti i Comuni siciliani: la pista in itinere per la realizzazione  di un kartdromo con una pista di 1200 metri, il palasport da 2200 posti, i parcheggi multipiano, l’oasi degli anziani e la Croce di 50 metri, che su tutto e tutti sovrasterà incontrastata.
“La struttura valorizzerà urbanisticamente le contrade Cannolo e Picinosi che saranno fortemente interessate dalla trasformazione urbanistica, grazie alla quale si potranno fare altri investimenti per migliorare le strade, l’illuminazione e le forniture di acqua potabile, fognature e gas” afferma il primo cittadino nissorino.
Il Casale diverrà Magnifico e gareggerà con le città metropolitane per potenziale attrattivo in termini di sport e svago. La cultura è già stata curata dal Glorioso in quel di Leonforte, unico presidio di cultura in mezzo a pub e pizzerie.
Su ogni cosa dunque il Glorioso lascerà segno tangibile della sua decennale sindacatura e certo possono sperare gli abitanti dei paesini limitrofi di godere dell’indotto creato senza sognare paesi altri.
La Croce ci lascia perplessi, illustre sindaco. Una croce alta cinquanta metri a chi o a cosa servirà? A rafforzare la fede dei titubanti o a attrarre gli scettici verso la Verità?
Consenta a tutti gli orfani di una così illuminata capacità amministrativa di poterne fruire perché altrove poca cosa c’è e in ultimo, se fosse possibile, il mare. Porti il mare al Casale e la Sicilia intera le sarà riconoscente.

Gabriella Grasso