venerdì , Marzo 5 2021

Enna. Attuale Assessore dell’Amministrazione Dipietro querelato per un post su Facebook

Per un commento su Facebook, relativo al dibattito inerente il contributo per le imprese del Comune di Enna, erogato a causa della crisi per il covid-19, pubblicato sul profilo della propria pagina un attuale Assessore dell’Amministrazione Dipietro è stato querelato.
La denuncia presentata riporta che l’Assessore ha diffamato l’onore e la reputazione tramite social di N.P.V. rendendo di dominio pubblico la sua condizione giuridica cagionando un danno alla reputazione in quanto dichiarato fuori dal contesto del confronto/commento.
Il denunciante specifica, nella denuncia, che nel suo post avendo ricoperto anche la carica di Presidente di una Associazione di Commercianti (di livello nazionale) ben conosceva e conosce le problematiche territoriali afferenti al settore, ed invitava l’Amministrazione – e non l’Assessore querelato in quanto non era Assessore di riferimento – ad operare in tal senso. Il querelante poneva l’accento che, a proprio avviso, piuttosto che dare aiuti economici alle imprese fosse necessario intervenire sulla politica territoriale in riferimento alla programmazione e pianificazione, in modo da creare l’humus dove poter svolgere attività d’impresa.
In ultimo il querelante si riserva di costituirsi parte civile per il risarcimento dei danni materiali e morali subiti in conseguenza della condotta dell’Assessore.


n.d.r: L’assessore è uso a esternazioni di cui in tempi non lontani ViviEnna diede testimonianza, cosa assai spiacevole è ricordare la grevità linguistica usata per indicare le donne lui invise perché contrarie alla sua amministrazione: “oche, cocomeri, bugiarde, anatre, sciocche a altre simili deiezioni verbali” (come si legge in un post di un partito ennese il 20 settembre).