martedì , Gennaio 26 2021

Enna. Commissario comunale UDC Gaetano Di Maggio sollecita stabilizzazione precari ex provincia e multiservizi

“Il 2020 sarà ricordato come un anno sciagurato pieno di momenti drammatici per l’ intera umanità. Ma come in tutte le cose anche nei momenti più terribili c’è sempre un qualcosa di positivo ed è il caso dei 92 precari ex provincia di Enna che dopo tantissimi anni di precariato pare possano finalmente trovare all’orizzonte qualcosa di positive”.
E’ l’impegno preso dal commissario comunale UDC per Enna Gaetano Di Maggio che ha interessato il segretario regionale, Decio Terrana, per evitare che dopo il provvedimento preso in prima commissione all’ARS per la stabilizzazione dei 92 precari, che dovrebbe realizzarsi con l’approvazione della finanziaria regionale di fine anno, possa essere bloccato dal Commissario di Stato. Di Maggio chiede se ci siano i margini per estrapolare il provvedimento per approvarlo senza rischiare di vederelo vanificato per un eventuale diniego da parte del Commissario dello Stato per mancanza di legittimità di altri provvedimenti inseriti anch’essi in finanziaria.
Altro passaggio da realizzare, la verifica della possibilita’ di emendare in finanziaria la stabilizzazione di poco più di sessanta lavoratori ex multiservizi. Gli ex lavoratori multiservizi della provincia di Enna, ricorda Di Maggio, furono gli unici a non essere stabilizzati rispetto ai colleghi delle altre province, ora sono inseriti in un elenco di mobilità interaziendale. Vista la carenza di cantonieri e la grande estenzione chilometrica delle strade provinciali ed in considerazione delle condizioni in cui versano, potrebbero essere utilizzati per migliorare la viabilità. Per concludere il commissario Di Maggio auspica che con la stabilizzazione di questi padri di famiglia si possa chiudere in bellezza almeno per qualcuno questo drammatico 2020.