sabato , Febbraio 27 2021

Nasce il progetto “Centro Coni” per orientamento e avviamento allo sport

Una iniziativa di notevole importanza sta nascendo su iniziativa del Coni nazionale con la realizzazione del progetto “Centro Coni” che ha come obiettivo primario quello di promuovere e valorizzare l’attività sportiva giovanile riferita alla fascia di età 5-14 anni, attraverso un percorso educativo sportivo multidisciplinare che deve accompagnare il giovane in tutto il periodo dell’ anno l’orientamento e l’avviamento allo sport. “Lo scopo primario è quello di ampliare la base dei praticanti – dichiara il dottor Angelo Sberna, delegato provinciale Coni ennese – incrementare il loro bagaglio motorio, seguirli nella ricerca e nella individuazione del proprio talento che nel futuro potrebbe riversarsi in un’attività di alto livello”. Ovviamente per raggiungere questo obiettivo il Coni vuole coinvolgere le associazioni sportive a tutti i livelli. Allo stato attuale sono quattro le società sportive che sono state coinvolte in provincia di Enna, ma altre società potrebbero aggregarsi a questo importante progetto nel momento in cui, pandemia permettendo, c’è la possibilità di reclutare i ragazzi. Le società ennesi che si trovano pronti a partire sono l’Associazione Atlantide di Franco Pacino, delegato comunale del Coni per Torina; la Mattroina di Francesco Andolina che opera nel campo della pallamano, la società di Taekwondo di Leonforte, presidente Mangione, e la società Murgano di Enna del presidente Renato Estero. Altre società si stanno muovendo per aderire a questo interessante progetto. “Gli obiettivi – specifica Angelo Sberna – sono quelli di offrire a tutti i giovani la possibilità di praticare l’attività sportiva, arrivare ad acquisire competenze motorie, affinare i gesti tecnici specifici attraverso la sperimentazione di diverse discipline sportive, orientare e motivare i giovani in modo corretto per contrastare il fenomeno dell’abbandono grazie anche al trasferimento del talento da una disciplina ad un’altra.