martedì , Gennaio 26 2021

Firmata convenzione Irccs Oasi Maria SS di Troina – Assessorato regionale famiglie per funzioni socio-assistenziali

Troina. Il presidente dell’Oasi Maria SS, don Silvo Rotondo, e il dirigente il generale del Dipartimento della famiglia e delle politiche Sociali della Regione Siciliana, Rosolino Greco, hanno firmato la convenzione con la quale, per il triennio 2020-2022, sono riconosciute le funzioni assistenziali. Ogni anno, in questi 3 anni, l’Irccs dell’Oasi Maria SS riceverà dall’Assessorato regionale della famiglia e delle politiche sociali 5 milioni di euro per l’erogazione di servizi socio-assistenziali agli assistiti e alle loro famiglie. Non è previsto dalla convenzione il 2019. Questo vuol dire che l’Oasi Maria SS si deve fare carico del costo delle funzioni socio assistenziali per il 2019. Rispetto alla vecchia convenzione per il triennio 2016-2018, che prevedeva un compenso annuo di 4 milioni, nella la nuova convenzione per il triennio 2019-2022 il compenso annuo è aumentato di 1 milione di euro. Tutto ciò grazie ad un emendamento che ha innalzato di 1 milione di euro il corrispettivo della convenzione, approvato dall’assemblea regionale siciliana nel mese di aprile di quest’anno. La nuova convenzione contiene inoltre un’altra novità di grande rilievo che consente di rendere più agile e semplice il rapporto Irccs Oasi Maria SS e Assessorato della famiglia e delle politiche sociali per quanto attiene all’aspetto finanziario. Il rapporto è diretto e senza alcuna intermediazione di altri organismi. Grazie a questa novità, non ci dovrebbe essere più ritardi nel pagamento di quanto dovuto dall’Assessorato all’Ircss asia Maria SS per le funzioni assistenziali. Ritardi che in passato hanno creato non pochi problemi all’Oasi. Rotondo, lasciandosi prendere un po’ la mano dall’euforia, ha definito la sottoscrizione della convenzione “un’altra bella pagina di storia del nostro istituto”. Ne vede inoltre un segno del riconoscimento da parte della Regione Siciliana “che crede nell’Oasi, nella sua mission e nel valore delle attività e prestazioni che quotidianamente vengono esercitate per garantire cura e assistenza ai più deboli”. Com’è di prammatica in circostanze simili, nelle quali si usano le norme di cortesia istituzionale, Rotondo non dimentica di ringraziare tutti quelli che si sono dati da fare per la stipula della convenzione ed in particolar modo il presidente Musumeci e l’assessore Scavone.

Silvano Privitera