martedì , Gennaio 26 2021

Piazza Armerina: FdI chiede le dimissioni del Commissario locale

Piazza Armerina. Smentita la  dichiarazione del commissario locale di FdI, Fernando Cipriano, relativa al sostegno del partito all’amministrazione Cammarata attraverso il consigliere di riferimento Calogero Cursale. Proprio il consigliere di FdI, durante il Consiglio comunale con all’ordine del giorno l’approvazione del PEF (piano economico finanziario), ha votato contro a fronte del voto favorevole della maggioranza, manifestando tutt’altro che il sostegno al sindaco, anzi allineandosi con l’opposizione apponendo la propria firma su un documento presentato da tutta l’opposizione, relativo proprio alla rilevazione di diversi punti di discrepanza nella stesura del PEF. Sembrerebbe, che diversi siano stati i messaggi ricevuti dal consigliere, proprio durante il consiglio, da parte del sindaco, presente in aula consiliare, e dal commissario Cipriano, i quali sollecitavano ad un voto a favore dell’amministrazione o quanto meno ad una sua astensione. Vani anche alcuni tentativi da parte di qualche consigliere di maggioranza nell’opera di persuasione alla Socrate. A questo punto, doverosa una richiesta di chiarimenti in merito. Contattato telefonicamente, il Prof. Roberto Velardita, portavoce del partito precedentemente alla nomina di un commissario locale, ha dichiarato: ”Il commissario locale, Cipriano, nella sua dichiarazione, sostiene l’assenza di fratture all’interno del partito e che lo stesso avrebbe continuato a sostenere l’amministrazione Cammarata. Chiedo: ma quando è stata presentata l’ulteriore dichiarazione da parte del consigliere Cursale per il passaggio in maggioranza? A noi non risulta, è, e resterà all’opposizione. Quindi quando e da quando, avrebbe dato il suo appoggio politico all’amministrazione? Inoltre ha dichiarato dell’esistenza di malumori all’interno del partito di un soggetto, che sarei io, per la mancata nomina ad assessore. Ha omesso di dire però che, nell’unica riunione di partito, proprio il sottoscritto ha dichiarato  di non essere più interessato a tale nomina e che ero pronto a fare dieci passi indietro.” In tutto ciò, chiedo, quale sia la posizione dei vertici: “ I vertici sono stati resi dotti della situazione e siamo in attesa di disposizioni. Ma nel frattempo, tutto il gruppo di FdI, che ha come riferimento il consigliere comunale, chiede le dimissioni del  commissario  locale in quanto si potrebbe ipotizzare un conflitto di interessi  e quindi inadatto e incompatibile a ricoprire la carica.” Quindi, altro che sostegno  all’amministrazione Cammarata che, è in evidente stato di mal di pancia. Voi direte “sarà per le abbuffate del periodo festivo?”… no, no. Oltre al consigliere di FdI, ormai definitivamente in opposizione, altri consiglieri di maggioranza soffrono dello stesso disturbo, mal di pancia. Voci di corridoio gridano a promesse non mantenute. Altre voci cercano di “carpire” che tipo di accordo stava per concludersi o vorrebbero concludere, il commissario di FdI ed il sindaco Cammarata. Alcuni sosterrebbero che potrebbe essere interessato (il sindaco) al partito, per una possibile candidatura alle Regionali, in virtù del fatto che, con molta probabilità, il Presidente della Regione non si ricandiderebbe e che lo scivolamento in FdI sarebbe quasi naturale trattandosi di centro destra. Diventerà bellissima, diverrebbe solo un ricordo, come quello della bellezza, non sempre e non per tutti, in giovane età. Sarebbe anche ormai noto a tutti, il vano tentativo di alcuni consiglieri di maggioranza della manifesta volontà di aderire al partito della Meloni, trovando di contro solo “limoni”. Insomma, il 2020 ai cittadini Piazzesi non ha portato nulla di buono, il problema è che all’amministrazione non è andata meglio, e per l’anno nuovo potrebbe andare anche peggio, la befana ha già riempito la calza di carbone.

Anna Zagara