martedì , Gennaio 26 2021

Troina, nel 2020 prodotte 2.537 tonnellate di rifiuti solidi urbani

Troina, nel 2020 prodotte 2.537 tonnellate di rifiuti solidi urbani da 9044 abitanti formalmente iscritti all’anagrafe, ma gli abitanti realmente residenti sono 8000 circa.

Nell’anno 2020 la quantità di rifiuti solidi urbani raccolti in paese è stata di 2.537 tonnellate. La raccolta differenziata è 1907 tonnellate, pari al 75 per cento del totale, mentre la raccolta indifferenziata è di 830 tonnellate pari al 25 per cento. La quantità annua prodotta da ogni troinese è di 280 kg di cui 210 kg è raccolta differenziata e 70 kg è raccolta indifferenziata. Questo dato è stato calcolato dal tecnico responsabile, geometra Antonio Calabrese, considerando la popolazione residente al 30 aprile 2020, che era di 9044. Ogni troinese produce giornalmente circa 800 grammi di rifiuti, indifferenziata e differenziata. Secondo le stime a livello nazionale, ogni italiano produce 1 kg e mezzo al giorno di rifiuti urbani. Come si spiega questa differenza tra il dato locale e quello nazionale? La prima spiegazione la si trova nel fatto che dal 30 aprile al 31 dicembre la popolazione residente è di diminuita di 94 unità. Questo è il dato certo, che si ricava dai registri anagrafici del comune. Incerto è invece il numero dei troinesi realmente residenti in paese. Non tutti gli iscritti all’anagrafe risiedono effettivamente in paese. Sono molti gli emigrati, giovani e meno giovani, che non si cancellano dai registri anagrafici conservando formalmente la residenza in paese, ma in paese non ci stanno. Non se conosce il numero, che è difficile da determinare. Ma quei 2 milioni e 537 mila kg di rifiuti prodotti ogni anno vanno divisi con questo numero di residenti effettivi, che non si conosce e che è inferiore a quello ufficiale di 9044 residenti. Si può comunque ricavare una stima del numero di abitanti che effettivamente risiedono a Troina facendo dei calcoli partendo dai dati disponibili. Da questi calcoli viene fuori il dato di circa 8000 abitanti effettivamente residenti in paese. E’ probabilmente è una stima per eccesso.

Silvano Privitera