sabato , Gennaio 23 2021

PD Enna: no al deposito di amianto a Pasquasia si chiede convocazione urgente dei Consigli Comunali interessati

“Teniamo alla salute dei cittadini. Diciamo no al deposito di amianto nella miniera di Pasquasia e chiediamo la convocazione urgente dei Consigli Comunali dell’area interessata”. Così la nota stampa del PD ennese, a firma del segretario provinciale Vittorio Di Gangi.
“Nei giorni scorsi la IV Commissione Ambiente, territorio e mobilità dell’ARS ha approvato il piano per lo smaltimento dell’amianto ma dei 30 siti individuati non si conoscono i nomi mentre se ne menzionano con insistenza quattro e tra questi figura la miniera di Pasquasia – continua Di Gangi – oltre 2 mesi fa ci eravamo occupati della questione, ma da allora nulla è cambiato. Il Governo Musumeci e la maggioranza che lo sostiene insistono nel far diventare il territorio ennese l’immondezzaio della Sicilia con grave rischio per la salute dei cittadini. Aspettiamo ancora risposte in merito alla bonifica dello stesso sito e per la quale furono stanziati 20 milioni di euro. Noi non ci rassegniamo e continueremo a tenere alta l’attenzione. Nei prossimi giorni chiederemo la convocazione straordinaria con carattere di urgenza dei Consigli comunali di Enna e dei Comuni potenzialmente interessati; a loro proporremo di farsi portavoce del dissenso manifestato dalle popolazioni rappresentate. Con l’occasione solleciteremo ancora con più forza la bonifica e lo smaltimento del materiale presente nel sito minerario”.