lunedì , Marzo 1 2021

Enna. Aima ed Aism firmano protocollo intesa per aiuto loro pazienti

Enna. Un protocollo d’intesa è stato firmato Tra l’Associazione Malati di Alzheimer, rappresentata dal presidente Pietro Monastra, e l’Associazione Sclerosi Multipla, rappresentata dal presidente Valeria Barbarino con il preciso obiettivo di aiutare nel migliore modo possibile i loro assistiti proponendo iniziative, sostegno, ma soprattutto sollecitando concretamente l’Azienda Sanitaria a venire incontro alle loro esigenze nell’assistenza dei malati. Una collaborazione tra le due associazioni nasce spontanea e laddove è possibile si cercherà di aiutarsi a vicenda nella soluzione dei tanti problemi che affliggono le famiglie dei malati, un lavoro in stretto raccordo tra le Associazioni. Un ruolo importante lo gioca sicuramente l’Azienda Sanitaria che dovrà tenere conto di questa collaborazione e laddove è possibile offrire sostanza alle iniziative. “Noi cerchiamo di fare tutto il possibile -dichiarano Barbarino e Monastra – per aiutare i nostri assistiti nel migliore dei modi non dimenticando che la provincia di Enna presenta un’alta incidenza di malati di Alzheimer e demenze correlate che di sclerosi multipla con la esigenza di avere per le famiglie dei supporti validi che possano alleggerire sul piano dell’assistenza il peso gravoso della gestione dei malati, compito sicuramente difficile per tutti”. Gli ultimi studi sulle due malattie hanno messo in evidenza che il deterioramento cognitivo è un segno troppo spesso trascurato, ma comune, nei pazienti affetti da sclerosi multipla, con un impatto profondo sulla vita quotidiana dei pazienti con implicazioni negative non solo nella sfera cognitiva ma anche in quella comportamentale ed affettivo-relazionale. All’Azienda Sanitaria ennese si chiede di garantire concretamente e non sulla carta ai soggetti affetti da demenza e da altre tipologie neuro-vegetative, quali la Sclerosi multipla, un’assistenza appropriata attraverso una rete di servizi efficienti in una continuità assistenziale intra ed extra ospedaliera. Le due Associazioni dopo la firma del Protocollo d’intesa cercheranno di organizzare degli incontri con il direttore generale Francesco Iudica ed il vice Emanuele Cassarà per iniziare un percorso di assistenza unico ed efficiente.