giovedì , Febbraio 25 2021

Enna, chiusura scuole “Fontanazza e Rodari” Consigliere Greco: assordante e persistente silenzio dell’Amministrazione e di tutti i gruppi consiliari di maggioranza

“Nel registrare l’assordante e persistente silenzio dell’Amministrazione e di tutti i gruppi consiliari di maggioranza rispetto ad una decisione di così forte impatto sociale quale quella di procedere alla chiusura delle scuole dell’infanzia “Fontanazza” e “Rodari”, come preannunciato, abbiamo proceduto a depositare una mozione riservandoci di rappresentare in Aula tutte le motivazioni alla base della nostra ferma protesta”.
A dichiararlo il Consigliere comunale di opposizione: Marco Greco, che continua: “Abbiamo atteso invano, sino ad oggi, di conoscere le motivazioni di una scelta politica che, allo stato, non trova alcuna plausibile giustificazione risultando antitetica agli sforzi profusi da tutte le forze politiche ed istituzionali del Paese per favorire il rafforzamento del sistema formazione e non certo la chiusura delle strutture esistenti. In siffatta prospettiva, esprimeremo in Consiglio Comunale le nostre ragioni e con forza impegneremo l’Amministrazione Comunale a rivedere le proprie posizioni ed a revocare un provvedimento che svilisce esperienze e competenze che per la nostra Comunità hanno rappresentato un valore aggiunto, una opportunità per le nuove generazioni che oggi rischia di essere cancellata con un colpo di spugna in un momento in cui le emergenze, anche legate alla pandemia persistente, imporrebbero ben altro atteggiamento”.

Link news collegata:

PD ed ED Enna: decisione ingiustificabile e inopportuna chiusura scuole materne comunali “Rodari” e “Fontanazza”. Intervento dei genitori. Assessore ribadisce chiusura. Giovani Democratici: smantellamento del welfare. Fp Cgil: decisione insensata dell’Amministrazione