domenica , Aprile 18 2021

Segretario UDC Enna, Gaetano Di Maggio, NO a riaperture scuole

“Nella città di Enna la situazione positivi covid fino a pochissimi giorni fa era veramente incoraggiante, tant’è che nel commune capoluogo si registravano solo 3 positivi. A distanza di appena 5 giorni circa la situazione è diventata nuovamente preoccupante e in continuo crescendo. Dati ufficiali al 25 c.m. danno 42 positivi e 86 in quarantena.
A rendere il tutto piu’ complicato è sicuramente la riapertura delle scuole, infatti, ci sarebbero stati diversi casi in diversi istituti di ragazzi positivi che a loro volta hanno contagiato altri alunni ed insegnanti, categoria quest’ultima che va lodata poichè continua a dare il suo prezioso contributo tra mille difficoltà”. Continua Gaetano Di Maggio: “Reputo quanto meno assurdo il volere aprire le scuole ad ogni costo senza tenere conto della facilità di propagazione del virus. Basterebbe continuare la didattica a distanza per questi restanti poco più di tre mesi scolastici per evitare che si vada verso una situazione più grave di quella che stiamo vivendo, riprendendo così a settembre quando la campagna vaccinale sarà inevitabilmente in fase avanzata. Per contenere la cosidetta “terza ondata” bisogna tenere a casa I nostri giovani senza mettere la loro e la nostra salute a rischio”. Conclude il segretario dell’UDC: “E allora cosa dire dei pendolari? Ragazzi che rischiano ancora di più. Bisogna fare di tutto per tenere aperte le attività produttive, quelle si, altrimenti si rischia il collasso economico ma per il resto non sarebbe sicuramente un dramma fermare tutto per la tutela della salute pubblica. Spero che questo mio pensiero trovi riscontro nelle istituzione, certo del fatto che è condiviso da tantissimi genitori”.