domenica , Maggio 16 2021

Collegamento stabile tra la stazione ferroviaria Nuova Enna ed il centro abitato di Enna Bassa

Enna. Il presidente del Consiglio comunale, Paolo Gargaglione, ha diramato il seguente comunicato stampa: “Ieri il consiglio comunale, in continuità con quanto messo in campo nelle ultime settimane, circa la trattazione dei c.d. grandi temi, ha dibattuto su altre due importanti questioni, il cui esito segnerà, inevitabilmente, il futuro socio-economico del nostro territorio.
L’argomento che ha maggiormente appassionato il dibattito consiliare è stato il collegamento stabile tra la stazione ferroviaria Nuova Enna, prevista nei pressi di Sacchitello ed il centro abitato di Enna Bassa.
A tal riguardo, consiglio comunale e giunta, con posizione unanime e determinata, hanno chiesto a gran voce al sottosegretario alle infrastrutture e mobilità on. Cancelleri, al sen. Trentacoste ed agli ingegneri Leocata ed Olla di RFI, di voler predisporre una bretella ferrata o altro sistema di mobilità tra la nuova stazione ed Enna Bassa, dove insistono Università ed ospedale.
Riteniamo indispensabile il collegamento tra la stazione Enna Nuova ed il centro abitato di Enna bassa, in quanto una nuova stazione maggiormente periferica potrebbe rappresentare una cattedrale nel deserto, sfiduciando studenti universitari , cittadini e turisti ad utilizzarla preferendo i soliti e vecchi mezzi di mobilità. Pertando i gruppi consiliari ritengono altresì fondamentale che nel recovery plan, debba già da oggi essere inserito il percorso a bretella dimostrando una veloce capacità di progettazione e realizzazione delle opere come è avvenuto in Italia per l’ex ponte Morandi a Genova ed in diverse altri parti del mondo.
Invece, sull’ammodernamento dello svincolo autostradale di Enna, consiglieri e sindaco hanno evidenziato, al sottosegretario on. Cancelleri, una serie di preoccupazioni legate ai tempi di realizzazione dell’opera circa 500 giorni ed i conseguenti disagi per la nostra Città.
Il sottosegretario Cancelleri, nella sua replica ha informato l’aula, che i lavori di ammodernamento e messa in sicurezza del viadotto Euno potrebbero avere inizio il prossimo mese.
Invece, relativamente alla chiusura dello svincolo, non dovrebbero crearsi grossi disagi, in quanto Anas ha previsto la realizzazione di un bypass che collega l’autostrada Palermo-Catania ed in più verrà aperto al transito veicolare lo svincolo di Ferrarelle.
Nonostante, le rassicurazioni ed i precisi impegni assunti dall’autorevole membro del governo nazionale, il consiglio comunale continuerà a mantenere alta l’attenzione sull’evolversi delle predette questioni”.