martedì , Luglio 27 2021

Fp Cgil contro discriminazioni fra i lavoratori part-time al comune di Enna

“Apprendiamo che l’amministrazione comunale di Enna ha provveduto all’aumento delle ore lavorative solo per alcuni dipendenti part – time, attivando procedure di reclutamento quali comando, concorsi che penalizzano i dipendenti part-time in servizio da oltre vent’anni, non accogliendo le richieste di aumento ore a tutto il personale part-time formulate in contrattazione dalla Fp Cgil” questo l’inizio di una nota della segreteria della FP Cgil di Enna.
“L’aumento delle ore deve essere per tutti i dipendenti nessuna discriminazione fra i lavoratori. Questo è un provvedimento inaccettabile, discriminatorio e illogico teso soltanto a spaccare il fronte dei dipendenti, dando vita a una guerra fra poveri” rimarca Antonio Rubino segretario aziendale FP Cgil.
“Siamo di fronte ad un’Amministrazione cieca e sorda, che non programma un futuro per questa città e che pensa soltanto ad alcuni lavoratori dimenticando tutti gli altri dipendenti part-time che, con grandi sacrifici e professionalità, garantiscono ogni giorno servizi essenziali alla collettività” specifica il segretario generale ennese FP Cgil, Giovanni Lavalle.
La Fp Cgil Enna invita l’Amministrazione ad abbandonare questa scelta scellerata che penalizza i servizi ai cittadini e utilizzare le risorse economiche affinché l’incremento orario venga garantito a tutti i lavoratori.
La Fp Cgil Enna ribadisce netta opposizione a iniziative di questo tipo e si riserva di intraprendere le iniziative che riterrà opportune a garanzia dei diritti di tutti i lavoratori part – time del Comune di Enna.