giovedì , Ottobre 21 2021

Valguarnera: consigliere PD Angelo Bruno denuncia di aver subito intimidazioni subito dopo un’assemblea in Aula consiliare

Valguarnera. Il consigliere comunale Angelo Bruno, capogruppo PD, denuncia di aver subito delle intimidazioni da un parente del sindaco subito dopo l’assemblea sul problema rifiuti che si è tenuto presso l’aula consiliare venerdì scorso. L’Assemblea, così come era stato reso pubblico, si sarebbe dovuta tenere in piazza però alla fine, forse per motivi di sicurezza si è ritenuto di spostarla all’interno della sede comunale, con l’Aula che comunque, come di consueto, doveva essere interdetta al pubblico per le norme anticovid, Con una lettera inviata al Presidente del consiglio comunale e per conoscenza al Prefetto, al Segretario generale del Comune, al Comando di polizia urbana, e alla Stazione dei carabinieri Bruno scrive “dell’incresciosa vicenda che mio malgrado mi ha visto vittima, insieme al collega consigliere comunale Giuseppe Speranza, a conclusione dell’assemblea svoltasi in Consiglio Comunale giorno 25 Settembre 2021. Usciti dall’aula consiliare, prima di uscire dal palazzo di Città- continua Bruno- siamo stati raggiunti da una gratuita violenza verbale da parte di un parente prossimo dell’attuale Sindaco. Oltre a chiederle cosa ci facesse tale soggetto all’interno del nostro Comune viste le restrizioni covid e l’impossibilità di far partecipare alla stessa assemblea il pubblico, sento forte la necessità di denunciarle l’accaduto per la gravità che questo comporta. È gravissimo e soprattutto inammissibile che due consiglieri comunali, finito il loro ruolo istituzionale e politico, debbano sopportare velate intimidazioni e atteggiamenti che continuano a inasprire un clima che non permette di svolgere con serenità il mandato affidatoci dai cittadini valguarneresi. In considerazione di quanto sopra esposto- conclude il consigliere di opposizione- invito la S.V (rivolto al presidente del consiglio comunale) di convocare i futuri consigli comunali con la presenza delle forze dell’ordine, presenza che garantisca a tutti i consiglieri comunali una maggiore serenità nello svolgimento dell’incarico istituzionale. Con la presente inoltre rammento alla S.V di accertarsi che i soggetti che accedono all’aula consiliare siano muniti di Green Pass così come richiamato da disposizioni vigenti”.
Rino Caltagirone