lunedì , Dicembre 6 2021

Floristella – Workshop divulgativo ed escursioni tematiche sulle miniere

Valguarnera. Due giorni importanti ed affascinanti per gli appassionati di storia geologica e mineralogica dell’entroterra siciliano, legata ai minerali delle solfare siciliane, con seminari e visite guidate . Organizzato dal Comitato Scientifico di CAI Sicilia, il simposio si svolgerà nelle giornate di sabato 17 ( Floristella) e di domenica 18 a Monte Capodarso e Valle dell’Imera Meridionale e presso la zolfara di Mottura nel Nisseno. E quale migliore location, per quanto riguarda il primo evento, se non il Parco Minerario Floristella? Le due giornate, durante le quali parteciperanno studiosi del settore, verteranno per l’esattezza su un workshop divulgativo e di escursioni tematiche in virtù del fatto che nella Sicilia centrale giacciono i grandi depositi di zolfo che furono la principale risorsa economica di queste province durante il XlX e XX secolo. I temi trattati a Floristella verteranno sulla memoria delle solfare e la coscienza del patrimonio storico/ antropologico nonché sullo stato dell’arte e le prospettive future dei geoparchi e la loro fruizione. L’evento inizierà sabato alle 9,30 con l’arrivo dei partecipanti a Floristella e si concluderà alle 20,00 con la cena sociale. Interverranno Rosalba Punturo direttore del progetto, Francesco Lo Cascio presidente Cai GR Sicilia, Giuseppe De Giorgio, presidente CSR Sicilia, Piero Patti presidente Parco Minerario, Carmelo Bartolotta direttore R.N.O. di Monte Capodarso e Valle dell’Imera, Francesca Draià sindaco del Comune di Valguarnera. Questo per quanto riguarda le attività della mattinata; nel pomeriggio a partire dalle ore 15 si partirà con i seminari sull’origine della zolfo (relatrice Rosalda Punturo) le solfare di Sicilia (relatore Rosario Curcuruto), le evaporiti in Sicilia ( Rosanna Maniscalco), Parco Minerario Floristella (Piero Patti). Dopo un pausa caffè si riprenderà con la memoria delle solfare e la coscienza del Patrimonio storico ( relatrice Enrica Piera Paola Messina) e subito dopo Geoparchi e fruizione (Rosolino Cirrincione). La giornata si concluderà con gli interventi, i confronti, con la mostra fotografica e la cena sociale. Domenica 17 invece si cambia location e ci si reca con i propri mezzi e sino al tardo pomeriggio in provincia di Caltanissetta e precisamente per delle visite guidate a Monte Capodarso e valle dell’Imera meridionale nonché al museo mineralogico, paleontologico e della zolfara “S. Mottura”. Tutti i partecipanti dovranno essere dotati di certificazione verde (green pass).
Rino Caltagirone