venerdì , Gennaio 28 2022

Enna. Rinasce il calcio di terza categoria con nove squadre

Il calcio ennese, dopo anni di oscurantismo penalizzante, rinasce grazie al lavoro concreto ed intenso del neo commissario Peppe Anzaldi. Il lavoro ha consentito di ripristinare il campionato di terza categoria, assente da diversi anni, con la presenza di nove squadre e con tante società che sono rinate e la organizzazione del calcio a 5, campionato questo con nove squadre. Le società di terza categoria sono Barrese, Catenanuova e Agira che rientrano in attività dopo anni di silenzio, Crisa Assoro, Viola Cerami, Gagliano, Lagoreal, San Sebastiano Calascibetta, Sperlinga per la prima volta presente in un campionato federale. Il campionato dovrebbe iniziare domenica 30 ottobre ed il calendario sarà stilato in questi giorni. Anche il campionato di calcio a 5 presenta parecchie società che sono Armerina, Agirium, Barrese, Crisa Assoro, Nex Level Enna, Niscemi Virtus Leonforte, Viola Cerami, San Sebastiano Calascibetta e il Niscemi, società della provincia di Caltanissetta. Nel corso della presentazione, presenti il delegato del Coni Angelo Sberna e l’assessore comunale Francesco Colianni, i dirigenti delle società hanno avanzato delle difficoltà organizzative a cominciare dagli impianti sportivi che bisognerà avere in piena efficienza, la presenza dei medici durante lo svolgimento delle partite. Sia Sandro Morgana che Santino Lo Presti nei loro interventi hanno dichiarato che faranno di tutto per aiutare le società e consentire che i campionati si svolgano nel migliore dei modi e senza difficoltà. Peppe Anzaldi, che ha avuto per mesi contatti con i dirigenti di società, nel suo intervento ha sottolineato che la delegazione si è messa in moto con efficienza, ci deve essere sempre collaborazione tra società e delegazione in modo da far svolgere i campionati senza tante difficoltà. Più avanti la delegazione presenterà i campionato giovanili che partiranno nel mese di novembre. Alla fine alle società iscritte ai campionati sono stati donati cinque palloni.