martedì , Gennaio 25 2022

Pallamano. Sconfitta interna dell’Orlando Haenna contro la capolista Fondi

Una sconfitta meritata ma anche aiutata da una direzione arbitrale scadente. Mai visti in una partita di pallamano diretta così male. Il Fondi ha meritato di vincere perché ha giocato meglio dei gialloverdi ennesi. Vanoli, Canete e il portiere spagnolo Garcia, che è stato tra i migliori in campo, hanno dimostrato di essere decisamente superiori ma quello che hanno combinato i due arbitri romani (Anastasio-Zappaterreno) è stato sconvolgente. Ad un certo momento della ripresa quando l’Orlando Haenna si è trovata due gol sotto (18-20), gli arbitri hanno espulso per 2’ ben tre giocatori ennesi con penalizzazioni assurde ed inesistenti, hanno concesso al Fondi ben 12 rigori e l’hanno spinto a guadagnare gol per mettersi al sicuro nel risultato. Non ce n’era bisogno perché il Fondi sta dominando il campionato, però le decisioni arbitrali hanno mortificato l’impegno ed il gioco dei gialloverdi. Non è che la squadra ennese sia esente da colpe ci sono stati troppi errori anche nel controllo della palla, in difesa si sono aperti troppi buchi che hanno consentito ai giocatori di entrare e realizzare nonostante l’impegno di Loguasto, Biondo e Avram. E’ una sconfitta che deve riflettere perché la squadra dovrebbe giocare meglio “In effetti abbiamo commessi troppi errori – ha dichiarato il mister – ed in settimana si lavorerà bene perché la gara di sabato a Benevento è difficile ma non impossibile. Il Fondi è fuori classifica e non aveva bisogno degli aiuti degli arbitri, modesti tecnicamente”. Settimana ricca di lavoro per i gialloverdi, necessario riprendere il cammino anche se il Benevento è una squadra difficile da affrontare.