lunedì , Gennaio 24 2022

Eccellenza Calcio. Akragas battuta ad Enna per 1-0

Enna: Una vittoria del cuore per un Enna che da circa un mese e mezzo non riesce a giocare una partita a causa della nebbia prima e del covid dopo. Eppure i gialloverdi di Catania sono scesi in campo con tanto ardore, impegno, decisione per cercare di battere la capolista del girone. Ci sono riusciti grazie ad uno spettacolare di Graziano che da circa trenta metri ha lasciato partire un bolide che si è insaccato all’incrocio dei pali. Su quel gol con tanta pazienza ed impegno la squadra gialloverde è riuscita a conquistare e meritare la vittoria, mentre l’Akragas, capolista del girone A, ha dimostrato tanta mediocrità, difficoltà nel proporre gioco ed il portiere Dolenti è stato impegnato poche volte a seguito di azioni isolate. Se il calcio dell’Akragas è questo, quello del girone A di Eccellenza è veramente modesto. La preoccupazione dei gialloverdi era la tenuta fisica perché quasi fermi per un mese e mezzo a causa del covid, eppure la squadra ha tenuto bene non solo i 90’ minuti, ma anche i 7’ supplementari dati da uno scadente Falleni di Livorno che ha consentito il gioco duro degli agrigentini ed a farne le spese è stato Milizia che è stato trasportato in ambulanza al Pronto Soccorso dell’Umberto I per accertamenti. Squadra gialloverde ricca di coraggio ma anche di tecnica considerato che con qualche manovra in verticale ha sfiorato il raddoppio con lo sgusciante Girgenti, che ha messo in difficoltà la grintosa difesa dell’Akragas. La preoccupazione di tutti era che la squadra risentisse dall’assenza di partite e quindi di tenuta, invece tutti sono riusciti a giocare a pieno ritmo, ad imbrigliare i tentativi offensivi dell’Akrgas ed alla fine hanno conquistato una bella vittoria che hanno mandato i tifosi gialloverdi che pieni di entusiasmi sono dati alla pazza gioia per le vie della città inneggiando ai giocatori. L’Akrags si era presentata al 3’ con un gran turo di Prestia che colpiva in pieno la traversa, rispondeva Caronia il cui tiro era alto, poi all’8’ Graziano, l’uomo partita, di testa costringeva Di Carlo ad una difficile parata. Al 22’ De Luca costringeva Di Carlo ad un’altra difficile parata, erano le premesse del gol. Ricevuto la palla a centro al 24’ Graziano ha lasciato partire un bolide che il portiere neanche ha visto. Sul gol l’Enna ha costruito il suo meritato successo perché ha cercato di mantenere il controllo del gioco, Graziano, ancora lui al 32’ girava in rete un bel diagonale bloccato da Di Carlo, al 38’ punizione di Piyuka che Dolenti parava senza difficoltà. Il tempo si chiudeva con una punizione di Leonardi che finiva fuori. La ripresa è stata tutta un assolo dell’Akragas per cercare il pareggio e l’Enna che in contropiede ha cercato il gol della sicurezza, poi il brutto infortunio di Milizia e la conclusione positiva per l’Enna che fa muovere, finalmente, la classifica. “Abbiamo vinto meritatamente – dichiara il direttore generale Mauro Di Natale – abbiamo forse superato un momento difficile, ora ci prepariamo per mercoledì per recupere i 38’ con la Mazarese”.

Enna- Akragas 1-0
Enna: Dolenti, Milizia (dal 66’ Rallo), Russo, Diara (dall’86’Barcio), Giuffrida, Tosto, Santanocito, Di Dio, Ded Luca (dal 73’ Tarantino), Caronia (dall’85’ Girgenti), Graziano. All. Catania
Akragas: Di Carlo, Baio (dal 62’ Liguori), Punzi, Piyuka (dal 79’ Treppidi), Cipolla, Tuniz, Leonardi, Maiorano, Gambino ( dal 73’ Silvano), Prestia, Linoholm (dall’83’ Bellone)
Arbitro: Falleni di Livorno
Marcatore: al 24’ Graziano
Ammoniti: Di Dio dell’Enna Punzi del’Akragas