lunedì , Agosto 8 2022

Aidone. Conclusa la festa del Carmelo, celebrata dopo due anni di stop

Aidone. Dopo due anni, sono ritornati in tutto splendore i festeggiamenti in onore di Maria Ss del Carmelo. Una ricca programmazione ha fatto da sfondo alla sentita e partecipata festa religiosa estiva che era molto attesa, dopo lo stop dovuto al Covid. La X edizione a cui ha lavorato intensamente la Confraternita Maria Ss del Monte Carmelo, con il Comitato festa, guidata dal governatore Carmelo Donatello, si è caratterizzata per i vari momenti sportivo-ludico-ricreativi tra cui il torneo di calcio a 5 al campo sportivo Malaponti e la bella e coinvolgente sfilata del gruppo musici del nobile quartiere Monte Mira di Piazza Armerina. Dal grande impatto visivo, poi, in piazza Cordova, i numeri di giocolerìa, con sputafuoco, le coreografie e l’interazione con il pubblico, degli artisti di strada nello spettacolo “La sciara del fuoco”. Grande attesa anche per l’estrazione dei biglietti della lotteria che ha regalato diversi articoli tra cui un televisore. La banda musicale “V. Bellini” ha sfilato per le vie cittadine riempendo con la sua bella musica le strade che erano in silenzio da tanto tempo. Partecipati sono stati anche gli appuntamenti religiosi a cominciare dal novenario, le messe e la processione, nel giorno di festa, con tanti fedeli al seguito. Spettacolari e sempre molto attesi i fuochi pirotecnici in piazza Cordova, sulla via del ritorno, a conclusione della processione e rientro del fercolo nella chiesa del Carmine. La festa, realizzata in collaborazione con la parrocchia di santa Maria La Cava guidata da padre Carmelo Cosenza è stata l’occasione per assaporare quella normalità che si era perduta in questi ultimi due anni.

“La festa, dedicata a Maria Ss del Carmelo – commenta il governatore Donatello- è riuscita a creare un bel movimento di persone che hanno apprezzato i diversi momenti: religiosi, culturali, sportivi e conviviali. Un pensiero particolare, i confratelli del Carmine lo rivolgono all’arcivescovo Michele Pennisi che autorizzò lo svolgimento dei festeggiamenti di Maria del Carmelo, ogni 16 luglio, con cadenza annuale”.
Angela Rita Palermo