martedì , Dicembre 6 2022

WeBuild porta avanti i lavori per il raddoppio ferroviario nella tratta Bicocca-Catenanuova

Proseguono i lavori di WeBuild sulla linea ferroviaria Palermo-Catania.

Il progetto prevede il raddoppio di una sezione di 37.5 km nella tratta Bicocca-Catenanuova con interventi che riguardano la nuova sede ferroviaria, l’armamento, gli impianti di segnalamento e telecomunicazione, le sottostazioni elettriche per l’alimentazione dei treni, la riqualificazione della stazione di Bicocca e la realizzazione della nuova stazione a Motta Sant’Anastasia. Si tratta di un’opera importante in tema di logistica perché, come spiegato nella nota dell’azienda, “porterà per la prima volta nella storia l’alta capacità ferroviaria sul territorio siciliano!”. Il contratto Bicocca-Catenanuova rientra in un più ampio sistema di collegamenti che riguarda la mappa dai Corridoi europei TEN-T, con l’obiettivo di migliorare la competitività del trasporto su ferro e l’integrazione della rete ferroviaria del Sud-Est con il sistema AV/AC, nonché di incrementare le quote di trasporto merci su rotaia. “Oggi su questa tratta i treni viaggiano a una velocità massima di 90 km/h e sono costretti a fermarsi a causa del binario unico – si legge ancora – . Una volta completato, il raddoppio ferroviario permetterà di far viaggiare i treni con velocità che sfiorano i 200 km/h (-40% dei tempi di percorrenza). Un’opera strategica per il Sud, che segnerà un cambiamento profondo della mobilità dell’isola”. Si tratta quindi di un’opera strategia che avrebbe certamente bisogno di essere accompagnata da un altro grande investimento, ovvero il Ponte sullo Stretto di Messina, anch’esso menzionato nel sistema dei Corridoi europei TEN-T. E’ soltanto attraverso il miglioramento delle infrastrutture di collegamento che una terra ricca come la Sicilia può sfruttare al massimo il proprio potenziale.