lunedì , Ottobre 3 2022

Cimitero di Enna e loculario

Enna. Un loculario con circa 1500 posti, realizzato dall’amministrazione qualche anno fa, un appezzamento di terreno che è stato riservato ai poveri, tantissime tombe padronali che risalgono a tanti anni fa. E’ questa la situazione del cimitero di Enna, che allo stato attuale ha circa cinque mila tombe e che comincia a soffrire anche di sovrabbondanza tanto è vero che qualche anno fa si incominciò a valutare la possibilità di costruirne un altro ad Enna bassa,dove vivono circa 8 mila abitanti. Il loculario con i suoi 1500 posti ha in parte risolto la crisi che si stava verificando per mancanza di tombe per cui le richieste erano tante. Proprio recentemente l’amministrazione comunale ha invitato tutti i proprietari di tombe a presentarsi presso gli uffici cimiteriali con la certificazione ufficiale e legale del diritto di proprietà per cercare di fare un censimento ed individuare le tombe che non hanno più un proprietario vivente e che, quindi, possono essere messe in vendita. Quest’operazione, che dovrebbe concludersi il prossimo mese, dovrebbe consentire di avere un quadro preciso della situazione all’interno del cimitero di Enna. Dei 1500 posti letto del loculario soltanto il 40 per cento è occupato, alcuni posti sono riservati al comune, mentre gli altri sono messi in vendita e per questo motivo si sta elaborando una graduatoria che consenta di soddisfare le tante richieste che sono state fatte e che aspettano di essere esaudite da tanti anni. Sino a questo momento non ci sono speculazioni all’interno del cimitero, dove vi operano delle imprese, a livello saltuario, ed incaricate dai proprietari delle tombe e non dal comune. Qualche anno fa un geometra fu accusato di avere preso delle tangenti per un disbrigo delle pratiche più celeri, ma per il resto tutto procede tranquillamente e si sta cercando di migliorare i servizi, la sorveglianza e l’assistenza ai cittadini.