lunedì , Gennaio 18 2021

Si esibiscono a Cerami attori volontari

Cerami. Come nelle passate edizioni, gli appuntamenti natalizi e di fine-inizio anno hanno offerto, con la collaborazione delle associazioni locali, momenti di incontro, dove l’allegria s’è sommata alla cultura, al piacere di stare insieme. L’amministrazione comunale, capeggiata dal sindaco Michele Pitronaci, utilizzando il tempo libero e la disponibilità di ognuno dei gruppi volontari (“Associazione culturale gioventù ceramese”, “Il Gabbiano”, “Folkeramos”, associazione musicale “G. Rossigni”, “Volontari operatori di soccorso”), è riuscita a donare, a grandi e piccini, ore di spettacolo e di sano divertimento, funzionante a strumento di comunicazione, propaganda delle tradizioni e mezzo di socializzazione. Il divertirsi e il fare divertire, oltre al piacere di recitare sul palco, ha fatto sì che la festività ultima (l’Epifania) si congedasse con la passione del teatro, cui sono particolarmente vocati i giovani de “Il Gabbiano” che da dieci anni, ormai, aggiungono e riscuotono successi per le attività sociali espletate. Molta apprezzata la rappresentazione dell’altra sera, portata in scena, all’interno dell’auditorium comunale, dagli attori de “Il Gabbiano”. Pubblico delle grandi occasioni, applausi a iosa e risate a crepapelle con l’esilarante commedia dialettale “Fumo negli occhi”, scritta da Faele e Romano, riadattata dai protagonisti interpreti. Protagonisti interpreti dei personaggi sono stati: Mari Rosaria Mascerà nelle vesti della signora Rosa, Lino Milia nel ruolo di Casimiro Cassarà (marito di Rosa), Angelo Messina (il figlio), Michelangelo Testa nel ruolo del nonno, padre di Cassarà, Gisella Sutera nell’interpretazione della signora Pipitone e di Carmelina (la cameriera), Sandro Biondo nel ruolo del ladro.
Carmelo Loibiso