lunedì , Gennaio 18 2021

Parte da Assoro la “battaglia” di Assoutenti sull’acqua

Assoutenti riprende la sua azione tra la gente affrontando le problematiche dei rifiuti e dell’acqua, questi due argomenti sono stati trattati in una pubblica assemblea tenutasi ad Assoro nella sala consiliare. Organizzatori e relatori sono stati l’attuale delegato provinciale Pippo Bruno e la dott.ssa Ilaria Di Simone che hanno risposto alle domande che i convenuti hanno loro rivolto sugli argomenti motivo dell’assemblea. Dopo un escursus sul problema rifiuti la cui battaglia è stata iniziata nel 2004 dalla dott.ssa Ilaria e che ha portato al riconoscimento della illegittimità della tariffazione degli anni 2006 e 2007, emesse dall’ATO ENNAEUNO, da parte del CGA Sicilia, si è passati alla trattazione di un nuovo problema: ACQUA. Sono state sottolineate le perplessità sulla aggiudicazione della gara all’attuale società nonostante altri avessero effettuato una offerta più vantaggiosa per i cittadini. Con rabbia, da parte dei convenuti è stato evidenziato l’elevato importo delle bollette frutto di una convenzione capestro trentennale che partiva da una tariffazione iniziale troppo alta di euro 1,44 al metro cubo, a fronte di un costo in altre province siciliane di 0,70. All’importo iniziale elevato vanno poi aggiunti gli aumenti contrattuali e, quindi, indifferibili che pongono a livello nazionale Enna tra le province più care nonostante la presenza nel territorio di diversi invasi ricchi del prezioso, nel vero senso, liquido. Gli utenti si lamentavano delle bollette che contengono il prezzo di una depurazione delle acque reflue inesistente dato che l’ARPA di Enna ha accertato la non funzionalità dal 2006 del depuratore che serve la cittadinanza di Assoro e Leonforte. L’Assoutenti ha annunziato la prossima apertura di una sede provinciale in via F.lli Vigna n. 1 ad Enna a disposizione dei cittadini sui vari problemi di utenze e contenziosi ed ha annunziato altri e nuovi incontro nelle varie realtà provinciali.