domenica , Gennaio 24 2021

Interruzione idrica H 48 a Enna, Calascibetta, Pietraperzia, Piazza Armerina, Valguarnera, Aidone, Barrafranca

In questi giorni di grande caldo, si è aggiunta un’improvvisa crisi idrica, che interesserà sette comuni della provincia ennese, capoluogo compreso. E’ la prima volta che succede un guasto alla condotta idrica nel corso di questa estate. Infatti, la società AcquaEnna, che gestisce la distribuzione dell’acqua in tutta la provincia ennese, ha provveduto a comunicare che, a causa di un guasto verificatosi in contrada Canalotto, territorio di Leonforte, non sarà possibile garantire la normale erogazione idrica per le prossime quarantotto ore a partire dalle 15 nei comuni di Enna, Calascibetta, Pietraperzia, Piazza Armerina, Valguarnera, Aidone, Barrafranca. Ovviamente i tecnici della società, coordinati dall’ingegnere Alessandro Dottore, cercheranno di limitare il minimo i disagi alle collettività ennesi, perché il guasto interessa la condotta principale ed interesserà, comunque, la parte che da Enna va verso Valguarnera, Piazza Armerina ed Aidone, ma anche Barrafranca e Pietraperzia. Per quanto riguarda il capoluogo ennese è probabile che sarà “centellinata” l’acqua che proviene dai pozzi comunali di Bannata, Bannatella e Furma, che, comunque, danno, appena 25 litri al secondo, e che,in linea di massima, gestisce idricamente la zona di Pergusa. Questa mattina il personale della società AcquaEnna andrà a controllare le vasche di raccolta del Castello di Lombardia per vedere se è possibile dare qualche ora di acqua oppure è preferibile non erogarla, molto dipende dalla quantità di acqua presente nelle vasche.