domenica , Gennaio 24 2021

Regalbuto: in piazza per l’acqua pubblica

Venerdì sera in Piazza della Repubblica si è svolta un’assemblea pubblica organizzata dal Forum Acqua Pubblica di Regalbuto. Il forum è espressione dei partiti di centrosinistra (PD, PRC e IDV) che si battono contro la privatizzazione dell’acqua. In moltissime città d’Italia si sono formati i forum in favore della ripubblicazione dell’acqua, che nei mesi scorsi hanno raccolto le firme per le proposte di referendum abrogativo della legge recentemente approvata dal governo nazionale, che prevede non solo la gestione del servizio di erogazione dell’acqua da parte dei privati, ma anche la possibilità di trarre profitto attraverso tale gestione. Gli organizzatori partono dal principio che l’acqua sia un bene di primaria necessità e pertanto non possa essere gestita a scopo di lucro. Il forum ha cominciato i lavori alle 20:00 con l’introduzione da parte degli organizzatori (il segretario del PD Giuseppe Privitera, il segretario del PRC Sebastiano Furnò e il presidente dell’IDV Carmelo Tempio). Oltre agli organizzatori locali sono intervenuti alla manifestazione Marcello Failla del Forum Acqua Pubblica Catania e Antonio Chiusolo, Assessore al Bilancio del Comune di Aprilia (LT), che ha recentemente approvato disposizioni per il ritorno del servizio di erogazione dell’acqua al Comune. Quest’ultimo ha spiegato che la città di Aprilia (quarto comune più grande del Lazio) ha sofferto gravi disagi a causa della privatizzazione dell’acqua, forti rincari e servizi scarsi e proprio per questo il consiglio comunale e l’amministrazione della cittadina laziale hanno deciso di intraprendere una serie di azioni legali contro la società che gestisce l’acqua. “E’ un cammino difficile e lungo” – ha detto Chiusolo – “Ma non bisogna arrendersi, perchè non si può fare dell’acqua un bene su cui guadagnare”. A conclusione di serata è intervenuto anche il Sindaco Gaetano Punzi, che ha detto di appoggiare il movimento e di approvare a pieno l’idea che la gestione dell’acqua ritorni ai comuni. Recentemente un articolo della finanziaria regionale ha stabilito che i comuni possono decidere, da gennaio 2012, di non affidare la gestione del servizio ai privati. Il Forum Acqua Pubblica Sicilia ha annunciato che raccoglierà le firme per un referendum regionale che decida di rendere l’acqua un bene pubblico non gestibile dai privati.
Maria Cristina Roccella