domenica , Giugno 13 2021

Venere Morgantina. C.P. Miroddi (Psi): Governo regionale indecente e mendace

Aidone. Ritorna in campo e duramente il Presidente della seconda Commissione consiliare alla Provincia regionale, consigliere provinciale del PSI, Salvatore Miroddi, che ha già precedentemente “tuonato” sul rientro della Venere di Morgantina, questa la sua ultima dichiarazione.
“Il neo assessore ai Beni Culturali con l’atto di ieri ha informato i “sudditi” di Aidone e della Provincia di Enna che la Venere resterà a Palermo. In altre parole il “signor” Messineo ci ha notificato che il suo predecessore l’ineffabile “signor” Armao ci ha preso per mesi e mesi per i fondelli: Complimenti! Quod erat demostrandum!”.
“Ero dunque stato facile profeta – osserva Miroddi – quando dichiaravo le mie preoccupazioni sull’affidabilità e veridicità delle assicurazioni che giungevano da Palermo e che sono state rese anche in apposite riunioni in provincia di Enna.
Vanno valutati – continua l’esponente socialista – a questo punto 2 profili: uno politico che come socialista pongo anzitutto al PD che sostiene un Governo regionale il cui primo atto è smaccatamente truffaldino e penalizzante per un’intera provincia. E’ lecito e doveroso chiedere alla rappresentanza ennese del PD all’Ars di assumere un’iniziativa politica estrema che la separi dalla linea ufficiale tenuta dal partito che sostiene questo Governo indecente e mendace.
Il secondo profilo chiama in causa tutto il mondo politico ennese. Non credo che si possa accettare questa nefandezza perpetrata da Messineo senza reagire immediatamente con forme di protesta anche clamorose”.

Articolo correlato:

LA VENERE IN AIDONE: Pacco, doppio pacco e contropaccotto!