martedì , Maggio 11 2021

Teatro. Il valguarnerese Vittorio Spampinato oltre i confini italiani

Ha riscosso numerosi apprezzamenti e successi l’opera teatrale “Menerello e i Mammalucchi” del valguarnerese Vittorio Spampinato. Dopo la “prima” al teatro stabile di Palermo il 28 ottobre, la tournee è approdata a Catania, Messina, Napoli, Salerno, Bari, Roma, Bologna, Perugia, Torino, Milano, Trieste, Venezia, mentre da gennaio calcherà le scene oltre i confini italiani, ovvero in Svizzera con le tappe di Bellinzola e Lugano.
“Menerello e i Mammalucchi”, la cui regia è di Pietrangelo Zenetti, è uno spettacolo in cui i personaggi si muovono all’interno del castello di Lombardia di Enna. La validità del testo, la professionalità degli attori, la bravura della compagnia teatrale e l’allestimento scenografico ne fanno un lavoro brillante. L’opera, ambientata e vissuta nel momento storico delle lotte medievali, è animata da un gioco di personaggi come Menerello, Fiorella, il conte Isidoro, il principe Brancaneri, Napuccio e Maccaleo, ed è ritagliata in un impianto scenico ricco di costumi di grande originalità.
Il commediografo e scrittore valguarnerese Vittorio Spampinato, rappresenta uno dei personaggi di spicco della cultura siciliana e le sue opere teatrali non solo vengono rappresentante da compagnie prestigiose italiane, ma anche da compagnie francesi, tedesche e spagnole e sicuramente il successo della sua ultima opera, “Menerello e i Mammalucchi”, è un ulteriore dimostrazione delle sue capacità realizzative in ambito teatrale.
w. s.