martedì , Giugno 22 2021

Consiglio comunale Aidone: Politici sono venuti a fare solo passerella, evento internazionale sta assumendo caratteristiche sagra di paese

Aidone. Una seduta straordinaria del consesso civico di Aidone, presieduta da Pino Di Franco, si è celebrata lo scorso venerdì in cui si è approvata un documento unitario del consiglio comunale per la richiesta di interventi di riqualificazione del territorio aidonese. La necessità di approvare tale documento nasce dal fatto che è imminente l’arrivo della Venere e che sorge l’esigenza di programmare, gestire e realizzare opere al fine di valorizzare e riqualificare la viabilità urbana, i luoghi, i percorsi necessari a creare un circuito turistico. Nel febbraio dello scorso anno il civico consesso adottò un piano strategico per il rientro della Venere, elaborato dalla Kore di Enna, nel quale sono state individuate delle opere mirate a ricreare il contesto necessario a raccontare la storia millenaria di uno dei bacini culturali più ricchi e importanti del mondo. Il documento riporta le opere selezionate tra quelle previste nel Piano strategico, la cui realizzazione in tempi brevi viene ritenuta essenziale ed improrogabile. Il documento è finalizzato ad impegnare il Governo e l’Assemblea regionali al finanziamento di alcune opere pubbliche tra cui la realizzazione di un parcheggio in contrada Canalotto per fruizione turistica- progetto definitivo dell’importo di € 1.750.000,00; recupero dell’antico sentiero ubicato nell’area panoramica denominato “sottocosta”-viale Vittorio Emanuele, progetto definitivo 1.440.000,00; riqualificazione urbana e sociale del quartiere san Lorenzo-completamento (villa comunale- viale Vittorio Emanuele) progetto definitivo € 1.420.000,00; realizzazione e potenziamento della segnaletica stradale e pannelli informativi- progetto definitivo € 110.000,00; riqualificazione della piazza generale Cultreri – progetto definitivo €.1.700.000,00 e della via Marconi – progetto esecutivo € 500.000,00; Centro accoglienza corso Aldo Moro – progetto definitivo € 1.250.000,00; rifacimento di marciapiedi e illuminazione artistica delle via F.lli Palermo, Mazzini e Abate Scovazzo – progetto esecutivo 336.100,41. Nei vari interventi dei consiglieri sono emersi timori e preoccupazioni di non arrivare in maniera adeguata all’importante evento del rientro della Venere evidenziando le promesse finora non mantenute dei vari politici che sono venuti a fare ad Aidone solo passerella. L’unica certezza infatti sarebbero i 200 mila euro dell’assessore regionale al Turismo Tranchida, per la pubblicità dell’evento che comunque sarà gestita dallo stesso assessorato. Per il presidente Pino Di Franco occorre investire della problematica direttamente il presidente della Regione Raffaele Lombardo. Anche il consigliere di maggioranza Giovanni Mazzone pensa a un’azione di forza che possa scuotere i politici regionali. Altri interventi, tra cui quelli dei consiglieri Lorenzo Calcagno, Nuccio Lo Monaco e Nunzìo Ciantìa sono stati diretti a sapere quali programmi, progetti, iniziative, l’amministrazione sta preparando per l’evento, visto peraltro che non c’è il tempo per la realizzazione di grandi opere, come ha sottolineato lo stesso dirigente dell’area tecnica Alesci. Il vicesindaco nonché assessore ai Lavori pubblici Angelo Calcagno ha dichiarato che l’amministrazione ha pronto un piano, anche con le poche risorse economiche disponibili, ma che è opportuno aspettare l’incontro di giovedì prossimo a Palermo per sapere se la Regione concederà risorse. Il consigliere Lorenzo Calcagno ha chiesto inoltre se c’è un organismo che si sta occupando dell’organizzazione dell’inaugurazione dell’evento. Per Ciantìa, un evento che da internazionale sta assumendo le caratteristiche di una sagra di paese e ha lamentato la mancanza di progettualità da parte dell’amministrazione mentre Lo Monaco ha ribadito la necessità di una cabina di regia per la gestione dell’evento.

Angela Rita Palermo