martedì , Gennaio 26 2021

Esposizione canina a Regalbuto, ben 454 gli iscritti

Regalbuto. Per la prima volta in Sicilia è stata organizzata e realizzata una Esposizione Nazionale Canina in notturna e ad ospitare questa manifestazione che ha avuto un lusinghiero successo è stato Regalbuto. Il Comitato organizzatore era costituito dal Consiglio Siciliano della Caccia, che ha nella provincia di Enna un attivo coordinamento presieduto da Mauro Sabbino, che ha un passato di giocatore ed allenatore di pallamano di buon livello, e che a Regalbuto ha la sua roccaforte. Il Coordinatore Regionale Michele Pizzuto è riuscito a coinvolgere, in questa speciale avventura, le istituzioni locali e produttive della zona sancendo il meritato successo dell’evento. Il sindaco Gaetano Punzi e la sua amministrazione hanno aderito con entusiasmo all’organizzazione di questa “esposizione”, rivelatasi interessante anche dal punto di vista turistico. Per il Consiglio Siciliano della Caccia questa è la settima esposizione canina organizzata in Sicilia sotto l’egida dell’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana (ENCI), ente sottoposto al controllo del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali per la rilevante funzione di tenuta dei libri genealogici del cane di pura razza. La collaborazione tecnica è stata del Gruppo Cinofilo Ennese -Delegazione Provinciale dell’Ente. Sono stati ben 454 i cani iscritti a catalogo e rappresentate 100 razze canine e oltre 300 gli espositori. C’è stato il pubblico delle grandi occasioni con un picco di 3000 presenza nella fase cruciale della manifestazione. Ottima la location rappresentata dalla Cittadella dello Sport di Regalbuto. La giuria è stata validissima e costituita da 11 giudici di cui 9 siciliani e 2 all-rounder (giudici per tutte le razze). “E’ stata un’iniziativa che ha coinvolto tutti ed in special modo la nostra organizzazione – ha dichiarato Mauro Sabbino – ha dato dei risultati eccellenti per cui riteniamo che possa essere un’esperienza da ripetere, anche con la collaborazione dell’amministrazione comunale”.