sabato , Luglio 31 2021

Aidone, opposizione approva bilancio previsione 2011

Aidone. Il Consiglio Comunale, riunito in seconda convocazione, nei locali del Centro di accoglienza Turistica (Macello – nella foto), ha approvato il Bilancio di previsione dell’esercizio 2011, che in realtà è più un Consuntivo di medio termine; ancora una volta in modo inspiegabile, rispondendo a logiche che sfuggono ai comuni cittadini, è stata la “minoranza” a correre in aiuto all’amministrazione, infatti, dei cinque consiglieri che la sostengono ne erano presenti solo due che, per di più, si sono astenuti. Prima di arrivare al voto erano stati approvati tutti e tre gli emendamenti che la minoranza aveva proposto: – il rifacimento della Via Roma utilizzando 359.000 dei 500.000 euro del finanziamento della Regione finalizzati alla costruzione di opere per il ritorno della Venere (la via Roma è una delle arterie principali del centro storico, una sorta di schiena dorsale dell’antico abitato che va dalla piazza Umberto -Municipio- alla Chiesa Madre e al Castellaccio, tra le poche strade ancora con la pavimentazione in pietra lavica insieme alle altre due antiche arterie la via Erbitea che attraversa il quartiere di San Giacomo nella direzione di Morgantina e la Via Domenico Minolfi che scende verso la Piazza Cordova, tutte e tre le strade partono dalla piazza Umberto e da tempo immemorabile non vedono interventi di rifacimento né di restauro); -il secondo emendamento dedicato alla spesa “sociale” prevede l’istituzione di singoli capitoli per l’erogazione di contributi destinati: alle due manifestazioni di interesse turistico e culturale “Morgantina Rivive” e il “Battimento”, al Centro Commerciale Naturale “Venere di Morgantina”, ai produttori agricoli per l’allestimento del mercato (filiera corta), alle famiglie indigenti per i servizi a domanda individuale (asilo nido e mensa scolastica), all’istituzione dei buoni pasto per i dipendenti comunali, il tutto per un totale di 19.000 euro; -il finanziamento di lavori urgenti e di manutenzione ordinaria per rendere fruibile e decoroso il parco urbano conosciuto come Villa Comunale, per un totale di 20.000 euro.
È stato anche approvato l’aggiornamento dell’elenco annuale (2011) delle Opere Pubbliche, collegato al Programma Triennale 2011-2013, con l’inserimento di due opere: il rifacimento di piazza generale Cultreri (oggi terminal degli autobus di linea è destinata a diventare anche il principale snodo del flusso turistico, è stata finanziata con 1.700.000 euro sulla base di un vecchio progetto) e la costruzione di un campetto di calcio a cinque, finanziato dal Coni nell’ambito dei progetti per le aree ad alta densità mafiosa (€ 260.000).
Possono dirsi soddisfatti sia il Sindaco, che ha dichiarato quanto sia difficile amministrare in tempi di vacche magrissime, sia la minoranza che ha visto accolte tutte le sue richieste; a ben vedere, per quest’ultima, una magra soddisfazione davanti all’esiguità delle somme sopravvissute alle spese in dodicesimi del bilancio, possibili in attesa della sua approvazione. Solo il tentativo di ottimizzare le poche risorse residue come conclude il consigliere Nunzio Ciantia (Pdl/Gi): “Avremo voluto fare decisamente di più, ma l’amministrazione comunale, dopo aver fatto per 8 mesi sperpero di denaro pubblico senza approvare un benché minimo di bilancio di previsione, ci ha costretti a gestire somme esigue e quindi a poter fare degli interventi molto blandi”.

F. Ciantia