giovedì , Gennaio 21 2021

Compostaggio domestico a Barrafranca

Barrafranca. “Compost” significa “formato da più sostanze” e rappresenta il prodotto del Compostaggio, ovvero concime ottenuto con i rifiuti umidi (scarti di cucina, avanzi del cibo, residui prodotti negli orti e nei giardini, come ad esempio fiori appassiti, foglie cadute, erba tagliata, etc.) sottoposti a fermentazione aerobica invece di essere buttati nelle discariche, rimanendo inutilizzati e ingombrando territorio. Già il noto poeta e filosofo romano Lucrezio con la famosa frase “Niente può farsi dal niente” ebbe un’intuizione che dopo molti secoli fu trasformata in legge “In natura nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. L’equilibrio che regola i cicli degli elementi fondamentali della natura ha sempre rispettato tale regola, riciclando continuamente i residui dei processi naturali fino a trarne materia vivente. In realtà la natura non conosce la nozione di rifiuto, ma solo quella di materia che si trasforma; il rifiuto e la risorsa rappresentano aspetti e momenti diversi della continua e lenta trasformazione della materia e della vita sul nostro pianeta.
Questi sono i concetti che la Società Enna Euno, sta divulgando nei vari Comuni della Provincia. E’ stata la volta del Comune di Barrafranca, che nei giorni scorsi ha patrocinato la manifestazione “Compostaggio domestico, un piccolo gesto fa la differenza” che si è svolta nella Piazza principale del Paese alla presenza di numerosi cittadini. L’obiettivo dell’iniziativa è proprio quello di sensibilizzare la cittadinanza alla buona pratica del compostaggio domestico. La Società Enna Euno, per la quale erano presenti l’ing. Marco Gentile, il dott. Salvatore Cacciato, il geom. Gaetano Verna e la dott.ssa Rosa Termine, ha messo a disposizione dei visitatori alcune compostiere e confezioni di compost già pronto. Sono state diverse le adesioni; ai cittadini è stata fornita gratuitamente, dietro semplice compilazione di un modulo di adesione, la compostiera con un attivatore biologico per favorire il processo di degradazione, oltre ad uno strumento di rivoltaggio del materiale, una biopattumiera da 10 litri ed un manuale sulle modalità di espletamento del compostaggio.
Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Angelo Ferrigno e dall’Assessore all’Ambiente Salvatore Cumia, che tra l’altro ha espresso la volontà dell’Amministrazione di voler attivare lo sgravio sulla TARSU agli utenti che espleteranno il compostaggio domestico. Erano inoltre presenti alla manifestazione il Consigliere Comunale Salvatore Flammà e il responsabile del Comitato dei Cittadini dr.ssa Talita Orofino.