martedì , Luglio 27 2021

SERGIO MALFITANO candidato a Sindaco a Nicosia

ELEZIONI AMMINISTRATIVE PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI NICOSIA
PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
DEL CANDIDATO A SINDACO SERGIO MALFITANO

Unitamente indica, quale assessori designati, i Sig.ri:

Amoruso Carmelo, nato a Nicosia il 03/06/1969

Tomasi Vincenza, nata a Nicosia il 07/01/1959

 

Gli organi politici e l’apparato amministrativo di un Comune devono sempre avere come riferimento diretto e costante il Bene dei propri cittadini amministrati. Pertanto, il dialogo permanente e continuo con i cittadini sarà il segno distintivo dell’Amministrazione Malfitano. Solo attraverso il dialogo e l’ascolto dei problemi e delle necessità della Comunità sarà possibile affrontare ogni situazione al meglio, offrendo quei servizi e quelle risposte che il cittadino nicosiano esige e merita. Urge, più che mai, una nuova classe dirigente, giovane, attiva ma soprattutto capace di esprimere quelle “menti pensanti” necessarie per il rilancio politico e sociale, economico e culturale del nostro territorio intendendo il proprio impegno politico con serietà, onestà, intelligenza, dedizione al sacrificio e non al “beneficio”, capacità di rappresentare la gestione del vero cambiamento anziché la mera gestione dell’esistente, prontezza a “servire nella politica” e non a “servirsi della politica”.

 

Il programma amministrativo dovrà focalizzare i numerosi interventi puntando principalmente su tre direttrici: Agricoltura – Zootecnia – Territorio, Cultura – Sport – Turismo ed Innovazione e Sviluppo.

Tre ambiti fra loro strettamente connessi, il cui obiettivo comune resta quello del rilancio economico del nostro territorio.

 

Agricoltura – Zootecnia – Territorio

L’agricoltura e la zootecnia caratterizzano fortissimamente l’identità del popolo nicosiano. Ecco perché non è possibile parlare di rilancio del nostro territorio senza fare a meno di porre l’attenzione a queste due realtà. Ma ciò che rende veramente unico il nostro territorio è proprio la presenza, nei suoi confini, di Riserve (Campanito – Sambughetti e Monte Altesina), uniche in Europa , grazie alle sue specificità. Per il rilancio del settore agro-zootecnico e del suo territorio bisogna orientare l’azione amministrativa su due ambiti: diminuire e rendere socialmente equo il peso tributario, da un lato, e offrire proposte di creazione e sviluppo delle imprese agricole presenti nel territorio, dall’altro. In questo contesto ecco, di seguito, i punti programmatici fissati:

 

Tributi

– Applicazione Imu ai minimi di legge con particolari agevolazioni per gli immobili adibiti ad uso agricolo;

– Tariffa spazzatura esosa ed emissione ruoli troppo ravvicinati (Giustizia ed Equità sociale): è necessario applicare la Tarsu considerando solamente i costi “vivi” della gestione della Società d’Ambito e modificare il regolamento comunale che deve tenere conto in misura maggiore dei componenti dell’unità abitativa piuttosto che il computo dei metri quadrati della stessa, nonché della situazione reddituale degli stessi nuclei familiari.

 

Sviluppo imprese agricole

– Creazione Frigo macello;

– Sviluppo di progetti di energia alternativa;

– Rilancio ASSP (Azienda Speciale Silvo Pastorale) con interventi rivolti al mondo scientifico universitario, rilancio turismo, rilancio agro-zootecnia di qualità con prodotti a marchio Doc;

– Fiera agro-zootecnica di interesse regionale da realizzare nell’area rurale della frazione di Villadoro;

– Chiusura della filiera di produzione secondo metodi qualitativi ed innovativi (finissaggio e fito-depurazione degli scarti di produzione) ed individuazione di mercati quali destinatari per la vendita dei prodotti della filiera stessa;

– Promozione e vendita prodotti locali: Mercati rionali della filiera corta;

– Programmazione di interventi mirati in agricoltura mediante stipula di convenzione con gli imprenditori agricoli al fine di favorire lo svolgimento di attività funzionali alla sistemazione ed alla manutenzione della viabilità rurale;

– Museo della civiltà contadina;

– Azioni di potenziamento e rilancio del Consorzio “Carni Campanito”;

– Creazione della consulta: Agro-zootecnia.

 

Territorio

Non si può parlare di sviluppo agricolo senza pensare alla salvaguardia del nostro stesso territorio. A tal fine è necessario promuovere una serie di interventi volti alla diminuzione dell’inquinamento ambientale, da un lato, e alla riqualificazione di tutte quelle aree verdi del nostro territorio urbano. Aria e strade pulite devono essere il segno distintivo della nostra amata cittadina. A tal fine si elencano i seguenti punti programmatici:

– Realizzazione di siti di fito-depurazione (al posto dei depuratori tradizionali);

– Riqualificazione aree verdi: Pozzi Gurri, Piazza S. Francesco di Paola, Parco Urbano del Castello, Villa Comunale, Piazza S. Maria di Gesù;

– Creazione parco giochi per bambini e riqualificazione degli esistenti;

– Revisione Piano Regolatore Generale;

– Concorso a premi “Balconi fioriti” (giugno – settembre);

– Messa in sicurezza della discarica “Canalotto” senza possibilità alcuna di ampliamento;

– Eliminazione maggior parte dei paletti e di catene delle strade paesane e controllo delle stesse tramite telecamere a circuito chiuso;

– Realizzazione strutture di aggregazione per il quartiere Magnana – parrocchia San Gabriele;

– Gestione per progetti per centro diurni per anziani e diversamente abili.

 

Cultura – Sport – Turismo

Non è più possibile concepire la cultura come un “costo” e non come un investimento, come un problema e non come un’opportunità. La sfida della cultura, in particolare quella gallo-italica, rappresenta in sé una sfida unica ed entusiasmante per lo sviluppo del PIL del nostro territorio. Quali sono, infatti, i paesi delle aree interne della Sicilia, che possono vantare un patrimonio storico-culturale, quale quello nicosiano?

Ed è proprio dalla cultura nicosiana che si deve ripartire per un rilancio decisamente turistico del nostro territorio. A tal fine, vengono elencati i punti programmatici fissati:

– Riqualificazione ingressi del paese: anticamera della nostra cultura;

– Sistemazione arredo urbano con riqualificazione quartieri storici attraverso ristrutturazione delle vecchie case da adibire a luoghi della riscoperta dei vecchi mestieri artigianali di una volta;

– Creazione di toponomastica dei personaggi nicosiani e ripristino delle vecchie denominazioni storiche delle strade e delle piazze;

– Realizzazione progetti di scavi archeologici (zona Vaccarra) e realizzazione di una struttura per convegni ed esposizione museale (Chiesa di S. Domenica);

– Ristrutturazione cimitero: recupero della memoria storica dei nicosiani illustri;

– Realizzazione di nuove sagre paesane dei prodotti tipici locali: ad esempio sagra dei “pizziddate” e dei “nocatole”, con manifestazioni culturali annesse (festival, concerti, rappresentazioni teatrali,…);

– Rassegna culturale gallo-italica;

– Riqualificazione e promozione Biblioteca Comunale;

– Incentivazione e sviluppo della collaborazione con Curia Vescovile e Ordine dei Frati Cappuccini per recupero dei beni ecclesiali locali ed inserimento, degli stessi, in tour turistici (Museo Diocesano, Tetto Ligneo, Luoghi di San Felice da Nicosia);

– Utilizzo edifici e spazi pubblici come luoghi privilegiati per i nostri artisti locali, visitabili durante i fine settimana dai turisti in visita;

– Riqualificazione strutture sportive (Palazzetto comunale, Centro polivalente – C.da Fiumeto, Campo Sportivo “Stefano La Motta”);

– Istituzione della Consulta comunale della Cultura, dello Sport e Turismo;

– Istituzione Ufficio Stampa.

Innovazione e Sviluppo

Oggi più che mai è necessario pensare a progetti di sviluppo di un territorio che abbiano in sé almeno due prerogative: Innovazione e Sostenibilità. A tal fine si elencano i seguenti punti programmatici:

– Prezzo carburanti:equiparazione a quello dei paesi limitrofi, avviando ogni tipo di azione con le Autorità ed Enti competenti;

– Raccolta e smaltimento dei rifiuti ad impatto ambientale pari a zero. Sistemi di smaltimento dei rifiuti indifferenziati e produzione di energia. Soluzioni ambientalmente sicuri e finalmente anche redditizi;

– Riappropiazione della gestione pubblica dell’Acqua, come da ultimo esito referendario (l’Acqua ai Nicosiani!);

– Realizzazione di prefabbricati in apposite aree destinate agli artigiani più abbienti del territorio nicosiano, per lo sviluppo dell’economia locale (lavoratori di marmo, ferro, legno, ceramica,..);

– Riqualificazione edifici pubblici dal punto di vista del risparmio energetico;

– Sicurezza degli edifici pubblici e scolastici.

 

Difesa Tribunale ed Ospedale “Basilotta”

Non si può pensare allo sviluppo del proprio territorio senza, nel frattempo, prendersi cura di difendere ciò che, ad oggi, crea occupazione e lavoro nel nostro territorio. La crisi economica globale dei nostri giorni evidenzia quanto precario sia diventato il settore terziario nel nostro Paese, tanto più nella nostra realtà locale. Ma tutto ciò non deve portare alla sfiducia e all’arrendevolezza: è necessario più che mai difendere il prestigio e l’efficienza delle nostre “perle” locali. Tribunale ed Ospedale sono realtà indispensabili per un territorio orograficamente svantaggiato, quale il nostro. Proprio riguardo all’Ospedale “Basilotta”, l’intera comunità nicosiana ha assistito, in questi ultimi anni, alla soppressione di reparti necessari ed indispensabili per l’intero comprensorio: posti letto di psichiatria e punto nascita (per quest’ultimo si spera in una deroga). Ogni tipo di azione dell’Amministrazione Malfitano sarà volta non soltanto alla difesa ma al potenziamento di queste due realtà.


DA ULTIMO

Creazione di uno specifico fondo di rotazione destinato alla copertura dei costi della progettazione per la creazione di un’importante “Parco Progetti”. tale fondo sarà principalmente costituito dalle somme derivanti dalla rinunzia, da parte del candidato a Sindaco Malfitano, al compenso previsto quale indennità di carica.


LISTA DEI CANDIDATI:
PIDONE SALVATORE
DI GRAZIA FRANCESCO DETTO CICCIO
DI PIAZZA ANTONINO DETTO NINO
GULLOTTA GIACOMO
TOMASI VINCENZA DETTA ENZA
DONGARRA’ CARMELO DETTO MELO
MANNINO MARIA ROSA DETTA MARIUCCIA
FISCELLA FELICE
BONINA VINCENZO DETTO ENZO
BONSIGNORE DOMENICA DETTA MIMMA
RIZZO SALVATORE
TROVATO GRAZIA DETTA GRAZIELLA
GRAZIANO VENERINO
GENTILE ANTONINO DETTO NINO
MANCUSO FUOCO ANTONINO DETTO NINO
CAMPIONE ANTONINO DETTO NINO
GAGLIANO MARIANO
RASPANTI MICHELE
GIANGRASSO PAOLO FILIPPO
CATALANO AURORA


“messaggio politico” a cura del candidato Sergio Malfitano