venerdì , Gennaio 22 2021

Catenanuova. Saranno pagati le spettanze a 61 operatori del cantiere di servizio

Il passaggio di consegne di gestione del personale ex RMI, passato dall’ufficio tecnico a quello di protezione civile, gestito in atto dal comandante di Polizia Municipale, Gaetano Indelicato, aveva provocato la contestazione da parte dei 61 operatori di questo cantiere di servizio, che ha iniziato il lavoro di manutenzione su diversi siti catenanuovesi già dal mese di aprile e terminerà nel marzo. La contestazione non era certo mirata a questioni di pagamento stipendi –avevano detto-, piuttosto alle nuove esigenze di maggior controllo su orari e rendimento dei singoli nell’espletamento del lavoro. L’assessore Nicola Leocata, in quella occasione aveva promesso un reperimento di fondi da destinare alla regolarizzazione degli stipendi, ed ecco che, a distanza di qualche giorno, la comunicazione di aver mantenuto la promessa e che i mandati di pagamento sono stati già inviati alla locale banca che provvederà al pagamento sicuramente dal prossimo lunedi 21 maggio. Sicuramente un pò di soddisfazione in tante famiglie meno ambienti che vivono questa realtà a volte in modo pacato, altre volte in aperta contestazione, aspettando uno stipendio non allettante che varia da 260 euro mensili per i lavoratori senza nucleo familiare, alle 600 di quelli con moglie e figli, in un momento in cui la pressione fiscale può determinare anche gesti inconsulti. “Il poco è meglio che niente” – hanno dichiarato – ma siamo in continua attesa che qualcosa possa cambiare in meglio.