martedì , Maggio 11 2021

Aidone. Dopo una stasi di circa due mesi torna a riunirsi il Consiglio comunale

Aidone. Dopo una stasi di circa due mesi, domani, martedì, torna a riunirsi il consiglio comunale, con cinque punti all’odg di cui quattro presentati dal Pdl. Uno dei punti su cui il gruppo consiliare Pdl incentra l’attenzione sono le mancate spettanze salariali ai dipendenti comunali. I dipendenti sono in stato di agitazione perchè attendono le spettanze del Fes per gli anni 2009/2010/2011 e lo stipendio. “Non era mai successo- affermano i consiglieri de Pdl- che i dipendenti nel primo semestre dell’anno rimanessero senza indennità. Fino al 2008 gli emolumenti salariali sono stati erogati regolarmente ma dall’insediamento di questa amministrazione si nuota nel caos. I dipendenti giustamente sono in agitazione sperando che l’amministrazione batta un colpo”. Altro punto che verrà discusso è la conseguenza della chiusura della discarica di Cozzo Vuturo. “L’amministrazione-afferma il gruppo Pdl sul punto -dovrà spiegarci come mai i comuni di Piazza Armerina e Barrafranca, prontamente, hanno preso accordi con l’Ato rifiuti di Caltanissetta conferendo in un luogo agevole che non comporta spese aggiuntive. Invece l’inerzia di questa amministrazione, che le cose le subisce, mentre gli altri le anticipano, ha fatto sì che i rifiuti, sono trasportati nella discarica di Motta S. Anastasia (Catania). Questo comporta il costo del trasporto e dello straordinario agli autisti e l’abbancamento in discarica, che è privata”. “Tutte spese aggiuntive- afferma ancora il Pdl- che verranno caricati nella bollettazione ai cittadini”. Un’altra interpellanza tratterà la situazione dei lavori al cimitero. “A fronte di un’ordinanza sindacale – precisa il gruppo consiliare Pdl- contingibile ed urgente, a tanti mesi di distanza, i lavori al cimitero non sono ancora finiti, con buche peraltro non messe in sicurezza. Ci chiediamo allora:”Dov’era la contingibilità e l’urgenza dei lavori”? Un altro punto all’odg riguarderà il commercio, l’imprenditoria cittadina e il turismo. Ancora il Pdl:”Ad un anno di distanza dal rientro della Dea di Morgantina nullo è stato fatto in questi settori per permettere ai nostri cittadini di poter godere economicamente”. Infine, verrà discussa l’interpellanza relativa alla messa in sicurezza dell’immobile “ex Opera Pia” (ex esattoria). “Con l’ordinanza per la messa in sicurezza dell’immobile in questione – sottolineano i consiglieri Pdl- è stato acquistato, tre anni fa, un ponteggio per un costo di circa 15 mila euro, che è stato là per tutto questo tempo, procurando peraltro problemi ai commercianti del luogo e alla viabilità, senza che alcun lavoro venisse effettuato. Ma qual è stata la necessità di comprare un ponteggio considerato che i lavori sono stati affidati ad una ditta esterna e che sono stati realizzati dopo tre anni?” ”In lavori del genere- aggiunge il Pdl- di solito le ditte provvedono anche al ponteggio con relativo montaggio e smontaggio. Se l’amministrazione avesse optato per questa soluzione sicuramente ci sarebbe costato molto meno. Ma cosa ci si può aspettare da un’amministrazione comunale, che non riesce a garantire neanche l’ordinaria amministrazione?”
Angela Rita Palermo