lunedì , Gennaio 18 2021

Guerra aperta tra il sindaco di Cerami ed il consigliere provinciale Sutera, commissario Ato Rifiuti

C’è guerra aperta tra il sindaco di cerami, Michele Pitronaci e il consigliere provinciale, nonché commissario dell’Ato Rifiuti, Michele Sutera. Il professor Pitronaci ha inviato una lettera a tutti i sindaci dei comuni ennesi invitandoli a far dimettere dall’Ato il consigliere Sutera. Il sindaco scrive che il liquidatore dell’Ato Rifiuti Michele Sutera sostiene, con un volantino distribuito ai cittadini di Cerami, che c’è illegittimità del prelievo tributario delle addizionali ex ECA ed ex MECA, affermando che la legge istitutiva sarebbe stata abrogata. Michele Pitronaci sostiene che in realtà, come è noto a tutti gli uffici tributi dei Comuni che regolarmente le applicano, le addizionali sono vigenti fino al 31 dicembre prossimo, come previsto dal cosiddetto “Decreto Salva Italia”, che le ha espressamente abrogate con decorrenza 1.1.2013. “Si ritiene paradossale, se non grottesco – scrive il sindaco di Cerami – che colui al quale sono affidate le sorti dell’Autorità d’Ambito – con particolare riferimento al risanamento del gravissimo dissesto economico in cui essa versa, noto a tutti, assuma iniziative che si pongono in stridente ed insanabile contrasto con il mandato conferitogli, che attentano alla fonte di gettito per le casse dell’Ato e minano la fiducia dei contribuenti, che questo Comune, come tutti gli altri Comuni della Provincia, stanno faticosamente ricostruendo – dopo le note vicende degli anni scorsi circa la riscossione della TARSU, a seguito delle quali molti cittadini hanno omesso o ritardato il pagamento del tributo. D’altra parte, come si può verificare dalla vigente normativa, puntualmente citata nell’Avviso Pubblico trasmesso ai sindaci che l’Amministrazione ceramese è stata costretta a diramare a seguito del volantino, le informazioni divulgate da Michele Sutera che sono del tutto errate ed infondate, con ciò alimentando la sfiducia dei cittadini circa la competenza con cui è gestita la Società ATO “EnnaEuno S.p.A.” e dando della stessa un pessimo ritratto” Il sindaco conclude la sua lettera dichiarando che “per quanto espresso, si chiede a tutti i sindaci che il Commissario liquidatore della Società ATO “EnnaEuno S.p.A.” di Enna, Sig. Michele Sutera, sia immediatamente rimosso dalla carica”.