lunedì , Gennaio 25 2021

Jazz al parco della villa “Lucrezia” di Villarosa

Due ore di intensa musica jazz ha caratterizzato il concerto, organizzato con il patrocinio del Comune di Villarosa, di “Tantillo/Patti Quintet” con la collaborazione di Stefano Bagnoli lunedì sera all’anfiteatro del parco della villa “Lucrezia”. Una formazione, composta da Giacomo Tantillo (tromba), Francesco Patti (sax), Seby Burgio (pianoforte), Giuseppe Cucchiara (contrabasso) Stefano Bagnoli (batteria) tra i gruppi musicali più interessanti sulla scena italiana. “Una serata stupenda –l’ha definita il sindaco Costanza-. Una musica ordinata di colori e di suoni, per palati raffinati, che trascina l’ascoltatore in un continuo gioco di rimandi”. “Cinque bravissimi musicisti –ha commentato invece Giovanni Baglio- che si sono conquistati gli apprezzamenti del pubblico villarosano con la loro musica e la loro simpatia, ma sopratutto con la loro bravura”. “Giacomo Tantillo e Francesco Patti –si legge nella scheda di presentazione-, vincitori della edizione 2012 del Premio internazionale “Massimo Urbani”, un concorso che ha laureato tanti giovani protagonisti della scena jazz degli ultimi anni, sulla scena scia del successo conseguito a Urbino, hanno riunito uno splendido quintetto. Innanzitutto hanno ottenuto la collaborazione di uno dei più affermati batteristi d’Italia, Stefano Bagnoli, che tra le tante collaborazioni prestigiose molti ricorderanno nel “Devil quartet” di Paolo Fresu; la ritmica è completata da Seby Burgio al pianoforte, altro giovane talento che col trio “Urban Fabula” ha conseguito notevole successo in diverse manifestazioni in giro per l’Italia, e da Giuseppe Cucchiara, villarosano doc, al contrabasso, un altro diciottenne giovane promessa del jazz italiano che assieme a Patti da alcuni anni collabora con lo stesso Bagnoli”.

L’estate villarosana continua a colorarsi di jazz. Dopo il concerto dei “Tantillo/Patti Quintent”, domani, invece, terrà banco in piazza Vittorio Emanuele, una performance particolarmente attesa. Alle 22 salirà sul palco l’“Amato jazz trio” che è uno dei più originai trii d’Europa ed oltre. Si tratta di un evento che fa parte dell’interessante programma messo in cantiere, per la XXIV Stagione concertistica, da “Musicarte” di Caltanissetta.

Pietro Lisacchi