lunedì , Aprile 12 2021

Aidone. Consiglieri sollecitano cessione ex plesso scolastico Truppia al parco archeologico di Morgantina

Aidone. I consiglieri comunali Sebastiano Lo Monaco, Giuseppe Calcagno Spataro, Giuseppe Mirci e Davide Alessi del gruppo politico “Famiglia, lavoro e solidarietà”tornano sulla questione della cessione dell’ex plesso scolastico Truppia al parco archeologico di Morgantina. Il plesso è stato dismesso nell’anno scolastico 2011/2012 ma ad oggi l’amministrazione comunale non ha provveduto né a destinarli né ad utilizzarli lasciandoli, a parere dei consiglieri, in uno stato di deperimento, in preda a ruberie ed atti di vandalismo, né ha provveduto all’installazione di un impianto di video-sorveglianza. “Abbiamo preso atto – affermano i consiglieri- che il recente 17 luglio il direttore del Parco ha inviato una nota al sindaco di Aidone, al presidente del consiglio comunale e ai capigruppo circa la modalità di cessione del bene in oggetto (usufrutto perpetuo invece di comodato d’uso) prevista nell’art. 101 c.3 del codice dei beni culturali”. Il gruppo politico, di recente, sostenuto dall’impegno degli ex assessori Di Grazia e Fusari, ha peraltro promosso, assieme ad alcune associazioni di volontariato territoriali, una petizione per sollecitare l’amministrazione a concedere il bene. Secondo il gruppo non si capisce perché l’amministrazione nell’ottobre 2010 ha assicurato la disponibilità del plesso scolastico, quale superficie indispensabile per la realizzazione di mostre temporanee, e invece ancora oggi non ha provveduto nonostante in ben due sedute, una il 15 novembre 2011 e l’altra il 30 febbraio 2013, l’intero consiglio si è espresso favorevole alla cessione della struttura scolastica al museo. Non è servita a quanto pare neanche la dettagliata relazione, precedente, dello stesso direttore del parco circa la destinazione dei locali e l’organico del parco, con un’ipotesi di utilizzo della struttura e lo specchietto riassuntivo dei fondi stanziati all’interno del Programma POIn, relativo alla provincia di Enna, comprendente il progetto di ampliamento del museo archeologico di Aidone dell’importo di € 2.500.000,00 al quale verrebbe ad aggiungersi la somma di € 1.800.000,00 per l’ampliamento espositivo e la sistemazione degli spazi ai fini di un’ottimale fruizione. “Il suddetto progetto di ampliamento museale– sottolineano – nell’ambito dello stesso programma POIn – Attrattori Culturali, è correlato ai progetti di restauro del museo e di recupero di villa Trigona-Boscarini e delle case Vinci (con due nuovi ingressi a Morgantina) per i quali è stata destinata la somma, rispettivamente di €1.120.000,00 e di € 846,545,00”. Inoltre il progetto Po Fers 2007-2013 “Morgantina: dalla città di pietra alla sua immagine virtuale” è stato registrato alla Ragioneria centrale del dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità siciliana trasmesso alla Corte dei conti e, pertanto, potenzialmente realizzabile all’interno dei locali dell’ex scuola elementare “Torres Truppia”. “E’ di conseguenza indispensabile – concludono- avere la certezza della disponibilità dell’ex plesso per l’avvio di tutti questi progetti collegati in termini funzionali ed operativi, che consentirebbe al museo di Aidone di diventare un vero e proprio polo culturale, uno dei più importanti della Sicilia”. I consiglieri hanno presentato un’interpellanza da trattare con urgenza per un aggiornamento ed una discussione ampia sulla questione.
Angela Rita Palermo