lunedì , Gennaio 18 2021

Assoconsumatori Assoro: il Sindaco Bertini è totalmente confuso in materia di tributi sui rifiuti!

taresAncora una volta è necessario intervenire sulle pretestuose quanto farneticanti affermazione del Sindaco di Assoro. Innanzitutto bisogna distinguere le problematiche che il sindaco, forse ad arte, per creare confusione nei cittadini, ha miscelato.  Tre sono i  distinti problemi posti. Primo TARSU 2003 inviata dalla SERTI S.P.A. : il sindaco vista la palese illegittimità del tributo e, a suo dire la mancanza di titolo in capo alla società a riscuotere, piuttosto di consigliare ai cittadini di fare ricorso contro il comune farebbe bene a chiedere lo sgravio delle cartelle dalla società suddetta, minacciando a difesa dei cittadini azione in sede penale. Secondo problematica TIA 2006/07/08 : il Sindaco di Assoro mostra di avere una totale non conoscenza dei due diversi tributi TARSU e TIA 1 e le relative normative di riferimento. Ma cosa ancor più grave il Sindaco dimostra di non sapere che la TIA  non è stata, nel suo comune con la delibera n.1 del 18.01.2006, mai istituita e/o regolamentata come da documentazione, in nostro possesso, prodotta dallo stesso comune. Prova ne è che il comune di Assoro nel 2009 ritorna a regime di prelievo TARSU, passaggio non consentito dalla legge finanziaria 2007, (D.Lgs. 296/2006 art. 1 c. 184) se la TIA  fosse stata istituita e regolamentata. In fine, terzo, auspicando  una corretta informazione dei cittadini,  chiariamo  che un ricorso per la TIA  2009 è già stato deciso positivamente secondo le nostre indicazioni rispondenti alle norme di legge;  altri sono sub judice.  A meno che il sindaco non abbia la dote di chiaroveggenza e non sappia in anteprima l’esito delle decisioni.  Per concludere signor Sindaco non sono evasori  chi utilizza gli strumenti offerti dalla legge per tutelare i propri diritti, come del resto si consiglia contro la SERTI S.P.A. nei volantini  fatti circolare.  Sempre a  proposito  di tasse  comunichiamo che  cittadini hanno già ottenuto, su nostro intervento, lo sgravio dell’ingiunzione notificato dalla SERTI S.P.A. senza dover ricorrere alla commissione tributaria.


comunicato stampa – Pippo Bruno per Assoconsumatari Assoro