mercoledì , Gennaio 27 2021

M5S denuncia gravissima emergenza rifiuti a Pietraperzia

discarica rifiutiPietraperzia. “Come, purtroppo, periodicamente accade a Pietraperzia ecco che ricompaiono minacciosi cumuli di immondizia, sia nei pressi degli appositi cassonetti che altrove2 a darne notizia il Movimento 5 Stelle pietrino.
I pentastellati continuano: “Naturalmente, come sempre, la cittadinanza viene tenuta allo scuro delle cause della sospensione del servizio di raccolta e così si assiste al consueto scaricabarile da parte delle autorità preposte: il Comune e l’amministrazione che negano la loro competenza e l’ATO e la Società di raccolta che lamentano la mancanza di soldi o eventuali scioperi di dipendenti o altri e svariati problemi tecnici. Sta di fatto che, qualsiasi sia il motivo, la situazione non è più sostenibile da parte degli abitanti di Pietraperzia. E ciò non solo per ragioni estetiche e di decoro urbano (ormai e purtroppo non siamo più abituati ad avere un paese pulito), ma soprattutto per più fondamentali problemi di ordine igienico-sanitario. Ci sembra superfluo ricordare ai destinatari della presente i rischi causati da un simile accumulo di rifiuti presso il centro abitato, a maggior ragione in presenza di una invasione di ratti già in atto da parecchi mesi a Pietraperzia senza che nessuno prendesse alcun provvedimento al riguardo”.
Duro finale di M5S che affermano, nella lettera indirizzata agli organi competenti: “Pertanto pretendiamo (chiedere non basta più): che l’ATO rifiuti e la Società di raccolta riattivino immediatamente il servizio, altrimenti esponendosi alle responsabilità che derivano dal contratto ed eventualmente anche di tipo penale; che l’Ufficiale sanitario ed il Sindaco in qualità di autorità garanti della salute dei cittadini adottino tutti i provvedimenti opportuni di loro competenza; ed infine che il Sindaco e la giunta comunale facciano finalmente partire la raccolta differenziata (servizio di competenza comunale), dopo anni e anni di inutili promesse, così da ridurre drasticamente la quantità di rifiuti che finiscono nei cassonetti ed in discarica ed ottenendo un miglioramento del decoro urbano e un immediato risparmio in bolletta!”.