martedì , Maggio 11 2021

Ai piedi dell’Etna formazione “on the road” per allievi Alberghiero di Centuripe: alla scoperta del metodo classico

Visita studio degli allievi delle classi quinte dell’Istituto Professionale Alberghiero “Don Pino Puglisi” di Centuripe, presso le cantine “Murgo” e del vigneto della “Tenuta San Michele” ai piedi dell’Etna, nel comune di Santa Venerina (CT).
Gli allievi hanno visitato il vigneto guidati dal Sig. Michele Scammacca del Murgo, il quale ha spiegato loro, la passione che c’è dietro una bottiglia di spumante metodo classico o di vino e gli obiettivi che insieme ai suoi fratelli ha raggiunto facendo conoscere i propri prodotti in Giappone, USA e Svizzera.
Lezione Michele Scammacca del Murgo
I viticultori dell’Etna stanno facendo tanto per dare dignità al vino prodotto in questa zona di grande vocazione, creando un circuito capace di fare conoscere queste eccellenze in paesi lontani.
Alunni alberghiero Centuripe_VC - VAV
Gli allievi hanno scoperto che assemblare una bottiglia di Metodo Classico è un’arte che non è alla portata di tutti. Il Sig. Michele ha spiegato che l’azienda continua la raccolta manuale delle uve, che risulta fondamentale per la produzione di vini di elevata qualità e degli spumanti metodo classico, in quanto è necessario operare una scelta selettiva dei grappoli. Gli allievi affascinati dalla lezione fatta dal dott. Scammacca, hanno appreso le caratteristiche del nerello cappuccio, mentre il protagonista del giorno è stato senza alcun dubbio il nerello mascalese che rappresenta tra le uve riconosciute dal disciplinare dell’Etna Rosso “D.O.C.” quello utilizzato per produrre lo spumante Murgo brut, extra brut e il Rosè definiti i “diamanti” dell’azienda. La lezione si è conclusa con la degustazione dei vini spumante dell’azienda.