domenica , Aprile 11 2021

Nicosia. Impegno Comune: il nostro patrimonio culturale deve essere valorizzato e custodito

comune nicosiaNicosia. Continua il percorso programmatico di “Impegno Comune”. Dopo il lavoro sui servizi pubblici essenziali, la lista si sta occupando del settore turistico e di alcuni servizi, necessari per poter rilanciare Nicosia in questo settore.
In questi anni, poco e niente è stato fatto per mettere al centro la bellezza della nostra città. Quello che può offrire Nicosia non può essere limitato dalla disorganizzazione e dal poco interesse, che hanno fatto in modo che parte del nostro patrimonio andasse perduto per sempre. “Impegno Comune” vuole mettere al centro un tipo di politica che sappia gestire ed organizzare questo potenziale, con la creazione di alcuni uffici e servizi indispensabili per poter competere con altre importanti realtà. Nello stesso tempo, Nicosia ha bisogno di un ammodernamento che permetta a tutti i cittadini di non restare fuori dal mondo, dove internet e la comunicazione, ormai, sono diventati i pilastri della modernità e unico sistema per coinvolgere e fare interessare i giovani. Di seguito alcune proposte, semplici e realizzabili, rivolte al rilancio di questo settore e della nostra città:
Dotazione di un ufficio stampa e di relazione col pubblico (Legge 150/2000) con l’obiettivo di avere un adeguata comunicazione, trasparenza, diritti e accesso alle informazioni, rivolta ai cittadini, alla stampa, ed altri enti pubblici e privati;
Impegno per la creazione di 4 postazioni Wifi (tre a Nicosia una a Villadoro) e potenziamento-attivazione di due ripetitori televisivi;
Attivare dei tavoli tecnici con la Curia Vescovile/Privati/Amministrazione, con le amministrazioni dei comuni limitrofi per la creazione di network territoriali senza dimenticare il Dipartimento Foreste Demaniali di Enna per una completa valorizzazione delle R.N.O e la soprintendenza di Enna e Siracusa;
Costituzione di un ‘apposita consulta del turismo, composta da tecnici, che mediante l’utilizzo del PTPR (piano territoriale paesaggistico regionale) abbia l’obiettivo di realizzare percorsi naturalistici-gastronomici (green way) e culturali-religiosi. Questa alleggerirebbe i compiti dell’assessorato allo sport e turismo;
Utilizzo di alcuni immobili di proprietà del Comune per garantire all’ente ulteriori entrate e aiuto a giovani imprenditori, privati e associazioni del territorio;
Potenziamento dell’ufficio turistico e creazione di uno spazio espositivo che possa accogliere i reperti archeologici ritrovati sul nostro territorio (dopo l’avvenuta restituzione) e di un altro spazio per l’esposizione dei manufatti Etnoantropologici;
Così Ivan Bonomo, candidato al Consiglio comunale nella lista “Impegno Comune”:
«Quello che è mancato oggi alla nostra città è stato un termine, la parola “Collaborazione”. Proprio da questa parola è nata la nostra giovane idea di aggregazione, quella di Impegno Comune che vede noi giovani come protagonisti per un impegno costante in politica senza false promesse ma con l’unico obiettivo di lavorare per il bene della città. Il nostro patrimonio culturale oggi deve vedere la luce, deve essere valorizzato e custodito come bene prezioso, fino ad oggi dimenticato e non considerato tale. Da anni con amici abbiamo sempre parlato della valorizzazione della nostra città ma oggi è arrivato il momento di attivare e portare avanti un piano/programma annuale delle attività turistico/culturali, vedi Casazza, Corteo Storico, Festa dell’Immigrato, Sagra del Biscotto, Sagra del Nocattolo, Sagra dell’Olio, Notte Bianca, Nicosia in Fiore, ecc; Potremmo parlare di tanto e tanto altro ancora ma vogliamo limitarci ed avere i piedi per terra».
Così Dario Scinardi,, candidato, anche lui, nella lista civica:
«Come premessa, voglio sottolineare la mia delusione per la mancata partecipazione di Nicosia all’Expo. Abbiamo perso, tutti, una grande occasione. Penso, ad esempio, che tramite una collaborazione tra aziende e Comune si sarebbe potuto fare un programma da presentare all’esposizione mondiale insieme ad alcuni comuni vicini, che a differenza nostra parteciperanno, con la creazione di pacchetti gastronomici, turistici religiosi. Tutto ciò avrebbe permesso una visibilità che non avrebbe avuto precedenti nella storia! Occorre ripartire da queste potenzialità perché sono le uniche che nessuno potrà mai toglierci. Dobbiamo imparare ad avere una mentalità positiva e propositiva».
Addetto alla comunicazione,

riceviamo e pubblichiamo da Vincenzo Lo Votrico

creativamente